rotate-mobile
Notizie Calolziocorte

La storia della volpe investita e salvata dal Cras "Stella del nord"

Travolta a Besana Brianza, ora è in cura a Calolzio. "Come nel suo caso, un gran numero di animali è vivo grazie alle segnalazioni dei cittadini"

Sarebbe sicuramente morta, abbandonata all'angolo di una strada, la giovane volpina trovata, probabilmente investita, lungo una strada nei pressi di Besana Brianza. Invece, dopo essere stata recuperata dalla Polizia provinciale su segnalazione di alcuni cittadini, è stata portata immediatamente al Cras - Centro recupero animali selvatici - “Stella del Nord” della Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente di Calolziocorte: una struttura che, grazie a un accordo della presidente Leidaa, la parlamentare Michela Vittoria Brambilla, con la polizia provinciale, assiste tutti gli animali selvatici feriti nella provincia di Lecco (oltre che Como e Monza).

La volpina ha riportato fratture multiple ed è ora in convalescenza

La povera volpe, subito visitata dai veterinari, è risultata avere il bacino e il femore con fratture multiple e la codina immobile. Curata al meglio è ora in piena convalescenza: ancora molto debole è seguita ad occhio dalle bravissime volontarie del Cras che, adeguatamente formate per gestire ogni tipo di animale selvatico, non le fanno mai mancare ciò di cui ha bisogno. Quando sarà del tutto guarita potrà finalmente tornare nei suoi boschi: a giocare a suo vantaggio la giovane età (è probabilmente nata quest'anno), che le consentirà di vivere libera il resto della sua esistenza. 

Rientra a casa e trova una volpe sul divano: ricoverata a Calolzio

Quello della volpe di Besana Brianza è solo uno dei centinaia e centinaia di salvataggi effettuati da “Stella del Nord”. Per un totale di 65.000 metri quadrati, il Cras comprende spazi specifici per il primo soccorso, l’accoglienza, la degenza e il reinserimento in natura dei piccoli mammiferi e degli ungulati, voliere e tunnel di volo lunghi oltre 20 metri per gli uccelli. Il tutto con uno staff veterinario di livello e volontari adeguatamente formati per accogliere animali di habitat diversi, montani, lacustri e boschivi.

Michela Brambilla: "Ringraziamo tutti coloro che ci chiamano e ci sostengono"

“La fauna selvatica va conosciuta per essere rispettata al meglio - ricorda l'onorevole Michela Vittoria Brambilla, residente proprio a Calolzio - Siamo estremamente felici, in questo senso, della grande attenzione mostrata dai moltissimi cittadini che ogni giorno ci contattano: un gran numero di animali è vivo proprio grazie alle loro segnalazioni. Ringraziamo tutti coloro che ci chiamano e ci sostengono e ricordiamo a tutti che se trovate un animale selvatico dovete sempre contattare la polizia provinciale o, in alternativa, il nostro Cras Stella del Nord al numero 0341 1910881".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La storia della volpe investita e salvata dal Cras "Stella del nord"

LeccoToday è in caricamento