Notizie

Cambio al vertice di "50 & Più Lecco": Milani subentra a Vaghi

L'associazione, promossa da Confcommercio, che rappresenta pensionati ed associati ultracinquantenni, vede la nomina di Vaghi come presidente onorario, e Milani come attuale presidente in carica.

Eugenio Milani

Passaggio di consegne al vertice di 50 & Più Lecco, la realtà associativa che rappresenta pensionati ed associati ultracinquantenni promossa da Confcommercio.

In occasione dell’assemblea annuale svoltasi lunedì 10 marzo infatti è stato rinnovato il direttivo. In particolare si è proceduto alla nomina del nuovo presidente: Claudio Vaghi, “numero uno” dell’associazione dal 1992, ha ceduto il testimone ad Eugenio Milani, 56 anni, già componente del direttivo di 50 & Più e presidente di Snag Confcommercio Lecco. In occasione dell’assemblea, svoltasi presso la sala conferenze di Confcommercio Lecco, Vaghi è stato nominato presidente onorario dell’associazione.


“La nostra realtà associativa negli anni appena trascorsi è stata protagonista di un grande cambiamento, soprattutto in ordine di stile e metodo di lavoro – ha esordito Vaghi nella sua relazione - Si è trattato di un atto di  responsabilità”. Il presidente uscente, dopo aver passato in rassegna le attività nazionali di 50 & Più e le iniziative locali  (“Maestro del Commercio”, che coinvolge e premia non solo chi per anni ha operato nel commercio-turismo e servizi, ma anche imprenditori del manifatturiero e persone che si sono distinte nel sociale; Premio letterario “Alessandro Manzoni”, manifestazione di rilevanza nazionale giunta ormai alla decima edizione che, oltre al suo intrinseco valore culturale, valorizza l’immagine di Lecco a beneficio di tutta la cittadinanza), ha voluto chiudere con una riflessione che è una manifestazione d’intenti: “Partecipare  non è sentirsi costretti a compiere un qualcosa che deve essere fatto, al contrario: è sentirsi liberi di compiere qualcosa che si vuole fare. Partecipare infatti è il modo più rapido e diretto per  rafforzare l’organizzazione, per condividere i percorsi ed eventualmente correggerli. Una associazione ha il diritto di esistere soltanto se assolve il dovere di operare a favore dei propri associati,  se riesce a far loro ottenere determinati vantaggi, se difende le ragioni per cui è stata costituita”.


“Il rinnovo delle cariche elettive è sempre un momento importante nella vita di una associazione anche perché costituisce un momento di confronto e di analisi  su come raggiungere gli obiettivi – ha spiegato nel suo intervento il neopresidente Milani – E’ fondamentale per noi mantenere l’equilibrio tra servizi erogati e nuove fidelizzazioni. L’uno non può essere slegato dall’altro, poiché in ultima analisi il contributo delle  quote associative è il motore  per dare corso ad iniziative culturali, momenti d’incontro e di formazione  volti a migliorare la conoscenza e l’apprendimento dei bisogni alla persona”. E ha evidenziato: “Questa è la vera sfida per il nuovo direttivo: far crescere gli associati. Impresa non facile viste le difficoltà che attraversa il settore del commercio, ma la nostra associazione, da Statuto, è aperta a tutti coloro che hanno superato i cinquant’anni di età: è a loro che dovremo rivolgerci anche se appartengono ad altre attività professionali. Abbiamo molto da fare perché a Lecco, così come risulta su tutto il territorio nazionale,  solo il 30% dei commercianti ricorre ai servizi del Patronato Enasco-Confcommercio! Queste difficoltà si superano facendo leva su un Direttivo che deve utilizzare al meglio l’esperienza di tutti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cambio al vertice di "50 & Più Lecco": Milani subentra a Vaghi

LeccoToday è in caricamento