rotate-mobile
Alto Lago / Alto e Basso Lago / Via Fontanedo

Il cane Snoopy ucciso dal veleno: la famiglia mette una taglia di 50mila euro

La vicenda a Colico: la famiglia è intenzionata ad andare fino in fondo, scoprendo chi ha seminato il veleno per topi rivelatosi fatale

Perdere un compagno di vita lacera, tantopiù se avviene con queste modalità. La famiglia di Snoopy ha tutta l'intenzione di andare fino in fondo, scoprendo chi ha tolto la vita al loro amato cane per dispetto: accade a Colico e alla famiglia di Andrea Combi, sconvolta dalla morte per avvelentamento del loro fidato quattro zampe.

La vicenda risale a qualche giorno fa ma solo oggi sono giunti gli esiti dell'autopsia a cui è stato sottoposto il cane dopo la morte. Non ci sono dubbi: Snoopy è deceduto per aver ingerito esche per topi mentre si trovava nel giardino di famiglia in via Fontanedo, riferiscono i colleghi di SondrioToday.it. Una fine dolorosa durata giorni, nonostante il ricovero presso una clinica veterinaria, provocata dallo sconsiderato gesto di qualcuno.

"L'infamia dell'uomo non ha confini. A quell'infame, uomo o donna, auguro il peggiore dei mali! A lui/lei e a famiglia!", ha dichiarato arrabbiato Andrea Combi. Una frustrazione tremenda, dopo 13 anni passati insieme a Snoopy, a cui è difficile dare un senso.

Per questo il padrone ha deciso di "mettere una taglia", con l'obiettivo di scoprire il responsabile. "A chiunque ci aiuti a dare una punizione esemplare a questo/questa vile, indegna, lurida persona la famiglia Combi è pronta a garantire un omaggio/regalo di 50mila euro", hanno annunciato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cane Snoopy ucciso dal veleno: la famiglia mette una taglia di 50mila euro

LeccoToday è in caricamento