rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cani e gatti nella tomba con i padroni? "Giusto dare la possibilità. Ci faremo l'abitudine"

Malgrate tra i primi comuni in Lombardia a istituire un apposito regolamento cimiteriale. Il sindaco Flavio Polano: "Finora soltanto una persona ha mostrato interesse. Ci vorrà tempo, ma è giusto così"

"Al momento ancora nessuno ha chiesto ufficialmente di poter essere seppellito con il proprio cane o gatto. Se dovesse capitare, saremmo pronti".

Il sindaco di Malgrate Flavio Polano parla della possibilità di far riposare per sempre gli animali di affezione a fianco ai loro padroni (lo ha fatto intervenendo in un video del nostro cronista Stefano Bolotta): il comune lecchese è tra i primi ad avere contemplato l'opportunità, grazie a una modifica al regolamento cimiteriale approvata dal Consiglio comunale lo scorso 8 febbraio.

"Il presupposto giuridico è che questa integrazione al regolamento comunale deriva una legge regionale del 2022: Regione dava possibilità di inserire nelle tombe dei defunti le ceneri dei propri animali da affezione - prosegue il primo cittadino - Da questo punto di vista non c'erano controindicazioni etiche o morali, tenendo conto che oggi la società è pluralista in tutti i sensi. Ci sta che il cittadino possa scegliere questa opportunità".

Malgrate, come detto, è tra i primi in Lombardia. Di certo il primo in provincia di Lecco. "L'ho appreso dalla stampa, ma non mi fa sentire né più importante né meno. So che è arrivato un signore a chiedere informazioni, non so se poi lo farà. Per qualcuno può sembrare un po' strano, ma credo che con il passare del tempo ci si abituerà. Cosa farei io? Ho avuto un animale da affezione ma è morto due anni fa. Se dovesse ricapitarmi prenderei in considerazione questa possibilità".

Don Andrea: "Dare sempre valore alla vita"

Un parere è giunto anche dal parroco di Malgrate don Andrea Lotterio. "Guardiamo alla storia, al passato, in cui egiziani ed etruschi avevano questa tradizione - sono le sue parole - Il rispetto dell'animale implica anche scegliere cosa fare in questi casi. Tra i figli di Dio, per l'esperienza cristiana, c'è un certo comportamento; gli animali sono creature e lo stesso Papa spesso ci richiama a questa attenzione. Ognuno faccia le scelte che crede, di fronte a questa che è un'opportunità di dare valore alla vita. Gli animali vivono insieme alle persone e mi fa pensare che possano farlo tranquillamente anche dopo la morte. Ricordo un parroco che celebrava la messa con il suo cane che ogni volta lo assisteva".

Video popolari

Cani e gatti nella tomba con i padroni? "Giusto dare la possibilità. Ci faremo l'abitudine"

LeccoToday è in caricamento