rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Il grande evento / Centro storico / Via Francesco Nullo, 2

Lago basso, barche incagliate: l'Interlaghi rischia un calo di iscrizioni

A lanciare l'allarme il presidente della Canottieri Marco Cariboni: "Solo qui in Canottieri sei imbarcazioni bloccate". Il Campionato velico si svolgerà dal 30 ottobre al 1° novembre nelle acque del Golfo di Lecco

Il lago basso rischia di mettere in crisi l'edizione 2022 dell'Interlaghi. Il Campionato invernale di vela, organizzato dalla Canottieri Lecco, quest'anno celebra la sua 48^ edizione e si svolgerà in via eccezionale, calendario alla mano, da domenica 30 ottobre a martedì 1 novembre.

A differenza degli anni passati, ci si attende un numero di imbarcazioni inferiore, a causa del livello basso delle acque del lago dovuto alle scarse precipitazioni dei mesi scorsi. Lo ha dichiarato il presidente della Canottieri Marco Cariboni sabato mattina in occasione della presentazione ufficiale dell'evento, alla quale hanno partecipato anche il presidente di regata Baffo Banfi, il questore di Lecco Ottavio Aragona e il tenente colonnello dei Carabinieri Carmelo Albanese, oltre a diverse altre autorità, rappresentanti delle istituzioni e degli sponsor.

"Luogo identitario per la comunità"

"Il livello del lago è inquietante - ha spiegato Marco Cariboni - Basti pensare che solo qui in Canottieri abbiamo sei barche incagliate. Lo stesso, purtroppo, sta accadendo da altre parti. Il pericolo reale è di un numero di regatanti inferiore al passato". Un rischio che in ogni caso nulla toglierà al fascino dell'Interlaghi, in un luogo, la Canottieri, che il questore Aragona ha definito "identitario per la comunità di Lecco". Il presidente del Consiglio comunale Roberto Nigriello ha parlato di "un evento sempre molto atteso, che segna la ripartenza dopo il lungo periodo della pandemia". Il tenente colonnello Albanese ha ringraziato Cariboni per l'ospitalità che il porto della Canottieri garantisce alla motovedetta dei Carabinieri, pronta come sempre a presidiare le acque del lago durante la competizione.

Un evento "a impatto zero a livello ambientale perché sfrutta l'energia del vento, in linea con le nostre politiche" ha spiegato Giuseppe Cicconardi, di Autocogliati (main sponsor). Giuseppe "Baffo Banfi", vero deus ex machina dell'Interlaghi, ha ringraziato il gruppo di lavoro che lo accompagna nell'organizzazione, illustrando il programma. "Anche quest'anno ci sarà spazio per la solidarietà, con la raccolta fondi a favore dell'Associaziione cure malati terminali di Lecco. In acqua, confidando in Breva e Tivano, sarà un'edizione classica, con una regata di prova al sabato".

Il programma

Quest'anno le classi ammesse sono: Fun, H22, J24, Meteor, Orc,  Star e Ufo22. Si comincerà sabato 29 ottobre con una regata di prova alle 13.30 con in palio il DeLago Trophy. Nel dopo regata, pomeriggio musicale alle 17 con il gruppo "Nanni e i suoi nonni" e, a seguire, la premiazione del DeLago Trophy con "caldarroste" per i regatanti grazie alla collaborazione del Gruppo Ana Monte Resegone di Lecco-Belledo.

L'Interlaghi vera e propria inizierà domenica 30 ottobre con la prima prova alle 8.30 con il Tivano (vento da Nord) e le successive a seguire nel pomeriggio dalle 13.30 con la Breva (vento da Sud). Nel tardo pomeriggio, alle 17, ancora musica a tutto swing con Elena Mapelli Band. 

Lunedì 31 ottobre regate ancora dalle 8.30 e dalle 13.30. Alle 19 la cena di gala per i regatanti in Canottieri a cura del ristorante Passerini. Martedì 1 novembre la chiusura con le ultime prove dalle 8,.30. Alle 14.30 le premiazioni sul Terrazzo della Canottieri Lecco. In tutto, vento permettendo, si disputeranno nove prove.

Oltre al Trofeo Autocogliati Volkswagen per il vincitore assoluto e ai premi di classe verranno assegnati premi speciali offerti da Panathlon Club Lecco, Decathlon Lecco e Raymarine.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lago basso, barche incagliate: l'Interlaghi rischia un calo di iscrizioni

LeccoToday è in caricamento