"Mappa di comunità" e riscoperta delle radici: due incontri a Carenno e Premana

Prosegue l'iniziativa culturale "Vocate" promossa dalla Provincia. La "Mappa" è l'esito di un processo partecipativo realizzato sotto la guida della cooperativa Liberi Sogni

Alla Mappa di Comunità ha lavorato la cooperativa Liberi Sogni. Nell'immagine, una delle uscite sul territorio.

Con la presentazione della "Mappa di comunità" di Carenno e Premana si conclude la prima tappa del progetto culturale Interreg Italia Svizzera “La voce della terra: canti e riti della tradizione (VoCaTe)” promosso dalla Provincia di Lecco nell'ottica di riscoprire le radici e le tradizioni del territorio. L'appuntamento è per domenica 9 febbraio e giovedì 13. La "Mappa di comunità" costituisce l'esito di un processo partecipativo realizzato sotto la guida dei facilitatori della coopeativa sociale Liberi Sogni onlus di Calolziocorte, attraverso cui gli abitanti di Carenno e Premana hanno raccontato la propria percezione del territorio, con particolare attenzione al valore dei riti e delle tradizioni, ai significati storici e culturali dei luoghi, alle vicende individuali e comunitarie presenti nella memoria collettiva.

Gli abitanti dei due paesi hanno raccontato la propria percezione del territorio

«Queste presentazioni - spiega Veronica Pandini della cooperativa Liberi Sogni - giungono al termine di un percorso di ricerca e confronto che ha coinvolto tutta la comunità durante il 2019, attraverso la compilazione di questionari, la somministrazione di interviste approfondite, la condivisione di materiale documentario, momenti pubblici di riscoperta del territorio come le “passeggiate patrimoniali”, durante le quali i cittadini e le cittadine hanno avuto l’occasione di condividere le proprie memorie e raccontare in prima persona il territorio alla comunità. La periodica convocazione di un tavolo di lavoro aperto a tutti e tutte ha permesso l'interpretazione dei risultati della ricerca e la traduzione sintetica di un ricchissimo patrimonio materiale e immateriale nella mappa: è questo un utile strumento per guardare al territorio come luogo in cui fattori sociali e culturali specifici determinano nel tempo i processi di trasformazione a cui ogni comunità è soggetta».

«Valorizzazione della comunità». Stessa esperienza anche a Tremenico

L’intero processo è stato contemporaneamente sperimentato anche nella località di Tremenico (Comune di Valvarrone), con gli stessi presupposti metodologici e strategie di lavoro sostanzialmente affini. «Le mappe così delineate presentano i rispettivi territori sotto punti di vista inediti riorganizzando in maniera sistematica il patrimonio materiale e immateriale delle comunità secondo parametri specifici, leggibili, a portata di tutti - aggiunge Veronica Pandiani - La mappa di Tremenico è stata presentata il 5 febbraio in occasione della Festa Patronale di Sant’Agata e dell’inaugurazione del Museo Cantar di Pietra. Visto l’entusiasmo che il progetto ha suscitato nel territorio e la volontà dei cittadini e delle cittadine di conservare una tracciabilità del processo e uno storytelling coerente che faccia nel contempo da cassa di risonanza delle narrazioni raccolte e registri l’esperienza vissuta in modo permanente, accessibile anche a chi non ha direttamente preso parte alla creazione collettiva, l’obiettivo per il 2020 è quello di rendere la mappa di comunità, per il momento solo cartacea, multimediale e disponibile online».

I due appuntamenti

  1. Domenica 9 febbraio (ore 16.45) - Presentazione della mappa di comunità a Carenno - Circolo Arci di Carenno  
  2. Giovedì 13 febbraio (ore 20.45) - Presentazione della mappa di comunità a Premana - Teatro San Rocco

La Cooperativa sociale Liberi Sogni di Calolzio

La cooperativa sociale Liberi Sogni è specializzata nella rigenerazione di luoghi attraverso il dialogo con le nuove generazioni e insieme alle comunità locali. Gestisce diversi progetti e servizi educativi, culturali e sociali tra cui il Museo di Comunità, la Libera Università del Bosco e il Crazy Bosco. «Siamo convinti che il sogno sia il più potente e irriducibile motore di cambiamento e di crescita».

Nuovi allestimenti multimediali al museo etnografico di Premana

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Comando della Polizia Locale: colpo di pistola, muore un giovane agente

  • Tragedia a Valgreghentino: giovane giardiniere muore travolto da un escavatore

  • Emergenza Covid: a San Girolamo chiese chiuse e Padri Somaschi in quarantena

  • Oggi a Villa San Carlo i funerali Ugo Gilardi, «Un ragazzo d'oro»

  • Le regole per Natale 2020: cosa succede con gli spostamenti tra regioni, il coprifuoco e il cenone

  • Lecco si sveglia in zona arancione: ecco cosa cambia dalla "rossa"

Torna su
LeccoToday è in caricamento