rotate-mobile
Notizie

A dicembre tra Lecco e Monza oltre 57mila cittadini senza medico di base

Crescono le indisponibilità a occupare il ruolo di titolare negli ambiti carenti. In provincia mancano 6 medici di medicina generale, Ats Brianza costretta ad adottare soluzioni tampone: sono 22 gli incarichi temporanei

Mancano i medici di medicina generale nel territorio, Ats corre ai ripari. In questo momento nella provincia di Lecco, secondo i dati diffusi dall'ente, mancano 6 medici: 3 nel distretto di Lecco, 2 in quello di Merate e 1 in quello di Bellano. In tutto il territorio di competenza, Monza compresa, i posti vuoti sono 22. Nel Lecchese abbondano gli incarichi provvisori: 10 a Lecco, 6 e Merate e 6 a Bellano.

Secondo i numeri forniti da Ats, il numero di cittadini senza attuale assegnazione di medico di medicina generale (tra Lecco e Monza) è aumentato in maniera vertiginosa da luglio (18.898) a ottobre (37.628). La stima per dicembre, decisamente preoccupante, è di 57.677 utenti.

Dai dati sotto mostrati nella tabella appare evidente come la presenza di medici con incarico temporaneo sia ormai diffusa sul territorio, documentando una tendenza all'indisponibilità di medici a insediarsi negli ambiti carenti come medici titolari (a seguito di manifestazione di interesse per bando pubblico). 

tabella medici medicina generale Ats

"L'Agenzia di Tutela della Salute della Brianza - spiega il direttore generale di Ats Brianza dr. Carmelo Scarcella - sta ormai da mesi facendo fronte a una situazione di progressiva carenza di Medici di Medicina Generale (MMG) diffusa a livello regionale e nazionale. Le cessazioni, soprattutto per pensionamento, hanno portato alla necessità di ricercare soluzioni, anche diversificate, per garantire l?assistenza primaria ai cittadini del territorio".

Difficoltà per l'affidamento temporaneo

Ats Brianza ha posto in essere quanto previsto dalla normativa di settore: nel mese di marzo 2022 è stato pubblicato il primo bando per la copertura degli ambiti carenti dell'Area Territoriale. Sono stati pubblicati 122 ambiti carenti di assistenza primaria e ne risultano assegnati solo 13. Gli ambiti per i quali non è pervenuta nessuna candidatura sono stati oggetto di ripubblicazione a giugno 2022. 

Il 21 settembre Regione Lombardia ha pubblicato ulteriore bando per la copertura degli ambiti carenti, rivolto unicamente ai medici iscritti al corso di formazione in Medicina Generale: sono stati assegnati 50 ambiti con insediamento previsto dei medici a gennaio 2023 e con massimale posto a 1.000 assistiti.

Oltre alla pubblicazione degli ambiti carenti, il Dipartimento Cure Primarie dell'Agenzia procede con la ricerca di medici eventualmente interessati all'affidamento temporaneo dell'ambito e contestualmente alla richiesta di elevazione del massimale ai Medici dell'ambito e, benché nell'ultimo periodo tale prassi venga attuata con l'organizzazione di incontri con i Medici e coinvolgendo le Amministrazioni Comunali, l'esito è spesso poco soddisfacente.

Le soluzioni alternative

A fronte di un'oggettiva impossibilità di copertura degli ambiti mediante le procedure descritte, il Dipartimento Cure Primarie ha dato avvio già nel secondo semestre del 2021 ad ambulatori di Continuità Assistenziale Diurna (CAD) che nel corso del 2022 hanno assunto una connotazione molto vicina a quella degli AMT (Ambulatori Medici Temporanei) come da Accordo Integrativo Regionale (AIR) 2022.

L'Ambulatorio Medico Temporaneo (AMT) si configura come un servizio di Continuità Assistenziale Diurna "evoluto" con assegnazione di specifica equipe di medici. La natura temporanea degli AMT garantisce agli assistiti una continuità di servizio nell'eventuale periodo che intercorre tra la cessazione del MMG e l'assegnazione del successivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A dicembre tra Lecco e Monza oltre 57mila cittadini senza medico di base

LeccoToday è in caricamento