menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Più controlli della velocità lungo la SP67 a Casargo

Presto mobilitata la Polizia provinciale. Il consigliere delegato Manzoni: «Monitoreremo quel tratto di strada per motivi si sicurezza e non per fare cassa. Ce lo chiedono il Comune e i cittadini»

Nei prossimi giorni gli agenti della Polizia provinciale effettueranno controlli della velocità sulla strada provinciale 67 nel territorio comunale di Casargo. La notizia è stata ufficializzata oggi da Villa Locatelli. «Nell’ambito delle attività legate alla sicurezza stradale - commenta il Consigliere provinciale delegato alla Polizia provinciale Matteo Manzoni - la Provincia di Lecco intende effettuare controlli sulla velocità su quel tratto di strada, anche a seguito della richiesta del Comune di Casargo, che a sua volta ha ricevuto diverse segnalazioni dai cittadini. I controlli non sono certo effettuati per fare cassa, ma sono mirati all’eccesso di velocità nell'ottica della prevenzione dei sinistri stradali con particolare riguardo agli attraversamenti pedonali e alle numerose intersezioni presenti in centro abitato, per garantire la massima sicurezza a tutti gli utenti della strada».

Uniti per Casargo: «Ora i dissuasori»

In merito ai controlli sulla velocità decisi da Villa Locatelli interviene anche il gruppo consigliare di opposizione "Uniti per Casargo" che promuove l'iniziativa della Provincia chiedendo anche i dissuasori. «Ci rallegriamo nell'apprendere che la Provincia di Lecco abbia deciso di posizionare degli autovelox sulle strade di propria competenza nel territorio del Comune di Casargo e segnatamente sulla Strada Alta, che attraversa tutta la parte superiore dell'abitato conducendo poi, attraverso la località Piazzo, sino a Premana - scrivono in un comunicato Giovanni Pasquini, Giuseppe Rusconi e Diego Balbiani - Questa strada era stata oggetto di una nostra interrogazione della quale si è dibattuto in Consiglio municipale a fine settembre. Con la stessa, sollecitavamo l'Amministrazione del paese a farsi interprete presso l'ente provinciale dell'importante problematica dell'alta velocità su quest'arteria, in particolar modo negli orari di punta dei lavoratori. I residenti della Via Alta, infatti, si trovano spesso in pericolo nell'attraversare la strada per raggiungere il centro paese, avendo i cancelli d'ingresso delle proprie abitazioni a raso della strada, dove le macchine sfrecciano a velocità particolarmente sostenuta. Cogliamo l'occasione per invitare la Provincia a valutare anche il posizionamento di dissuasori permanenti, come linee zigrinate per terra e segnalatori della velocità, che favoriscano una presa di coscienza da parte di chi transita della necessità di procedere con un'andatura più adeguata a un centro abitato. Se, infatti, è giusto punire chi sbaglia, crediamo sia opportuno mettere nelle condizioni gli automobilisti di rendersi conto della pericolosità di una velocità sconsiderata su quell'arteria viaria».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Priscilla cerca casa: «È dolcissima»

Attualità

I 10 luoghi simbolo di Lecco più amati dai visitatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento