Giovedì, 21 Ottobre 2021
Notizie Piazzale dei Cappuccini

Il Cenacolo vuole rinascere: nuovo impianto, novità e classici per la nuova Stagione

L'ultimo spettacolo risale al 16 febbraio 2020: una settimana dopo iniziò il calvario legato al Covid-19

Il concetto di resilienza è decisamente abusato ai giorni nostri, ma ben si sposa con la voglia dell'Associazione Cenacolo Francescano. L'ultimo spettacolo risale all'ormai lontanissimo, nei fatti più che nel tempo, 16 febbraio 2020: una settimana dopo l'Italia venne letteralmente chiusa a causa del Covid-19 e, nonostante il tentativo di un anno fa, è stato impossibile tornare a recitare sul palco di piazza Cappuccini. Mario Bonacina, presidente dell'associazione, ha "officiato" la presentazione delle proposte per la stagione 2021-2022, aprendo l'illustrazione del nuovo progetto che coinvolge anche l'associazione La Goccia di Lecco. Ma non mancheranno anche i grandi classici: ‘Piccoli e grandi insieme’, ‘Ciak Cenacolo’ e, si spera, ‘Una città sul palcoscenico’; più difficile, per motivi economici, la riproposizione dell'apprezzata 'Lecco Lirica'.

Piccoli & grandi insieme

Rassegna "Ciak Cenacolo"

presentazione stagione cenacolo 23 settembre 20215-2

“Torno sempre con piacere qui, dato che c’è una grande storia di collaborazione con il mio assessorato passata attraverso una distribuzione più equa della programmazione teatrale - ha premesso Simona Piazza, assessore alla cultura e alle politiche giovanili del Comune di Lecco -; inoltre riprende quanto è stato interrotto dal Covid-19 attraverso il bando ripartenza e le sue tre linee di finanziamento. Il Cenacolo non promuove soltanto rassegne, ma dà l’occasione d’interscambi tra i giovani. Sicuramente l’Amministrazione continuerà il dialogo anche per una programmazione maggiormente distribuita; ripartire dalla cultura, negli spazi di sicurezza, è una necessità di tutto il Paese”.

Il ciclo di spettacoli per bambini

Marcello Corti, direttore artistico, ha presentato il rinnovato progetto ‘Piccoli e grandi insieme’: “Era già stato strutturato in precedenza, ma grazie al bando siamo riusciti a declinarlo nella dimensione musicale attraverso un cartellone fatto di quattro appuntamenti. Sono presenti quattro realtà dietro Comune, Cenacolo e altrettanti sono gli appuntamenti. Le motivazioni? Tornare a vivere una sala in modo intragenerazionale attraverso un percorso didattico, nel modo più inclusivo, oltre che vivo, possibile, motivo per il quale abbiamo aperto la collaborazione con 'La Goccia'; il futuro è nell’integrazione del teatro nel percorso scolastico: i ragazzi vanno portati fuori, vanno portati a teatro perché non ci vanno da quattro anni”.

Illustra i quattro eventi “per bambini da 0 a 99 anni”, che si terranno da domenica 10 ottobre a domenica 14 novembre (10-17-31-14 nov). Gran finale con Le Carnaval des Animaux dell’Ottocento. Dal 2 ottobre la vendita dei biglietti, “quando il sito del Cenacolo tornerà a essere attivo”.

presentazione stagione cenacolo 23 settembre 20213-2

“Il progetto è anche inclusivo per i disabili, come detto da Marcello, è con piacere abbiamo partecipato alla programmazione - ha spiegato la rappresentante de 'La Goccia' -. Vogliamo coinvolgerci attivamente soprattuto per l’ultimo spettacolo per preparare la scenografia. Ci troveremo nelle settimane precedenti proprio con questo scopo”.

Pierpaolo Arlati, presidente, ha parlato per conto dell'Associazione Nazionale delle Bande Italiane Musicali Autonome – Lombardia (Anbima): “La società lecchese vive molto di questa realtà. La banda giovanile, rappresentativa di questa associazione, comprende ragazzi e ragazze dai 15 ai 26 anni che provengono da tutta la Lombardia. Quest’anno andremo a fare le prove a Besana Brianza, che potrà contenere circa sessanta persone; si tratta una realtà straordinaria, che pochi anni fa non poteva essere attiva. Allora si facevano stage in giro per la Lombardia, ma con la nostra organizzazione siamo riusciti a raggruppare i più volenterosi per comporre questa banda rappresentativa. Siamo veramente felici, quando i ragazzi vengono a fare prove e concerti si alzano di mezzo metro da terra per la soddisfazione di riuscire a entrare in un’organizzazione del genere”. Concerto all’aperto.

presentazione stagione cenacolo 23 settembre 20212-2

Sebastiano, dell'associazione culturale Esecutori di Metallo su Carta, ha spiegato che “personalmente sono molto contento di aver sentito parlare d’inclusione. Musiche e repertori sembrano spesso lontane delle persone, ma la nostra vocazione è quella di fare musica adatta a tutti. Sono molto felice di sapere che durante questa rassegna l’aspetto è preso così tanto in considerazione”.

Il Cenacolo ci crede: pronto il nuovo impianto

Mario Bonacina, presidente Cenacolo Francescano, ha ribadito che “a fine ottobre partirà la 25esima ‘Piccoli e grandi insieme’, l’unica rassegna che siamo riusciti a concludere durante il malaugurato 2020; era il 16 febbraio per la precisione, una settimana prima della chiusura totale. Punteremo ancora sulle favole, quasi tutti grandi classici fino alla chiusura con il nostro spettacolo”. La rassegna si chiudera a fine febbraio.

presentazione stagione cenacolo 23 settembre 20214-2

Altro appuntamento classicissimo sarà la 30esima di ‘Ciak Cenacolo’: “La grandissima novità è quella dell’acquisto dei proiettori digitali, che rende la sala moderna sotto tutti gli aspetti. Possiamo proiettare anche delle prime visioni o, comunque, film con uno-due mesi di vita; in precedenza andavano in onda film di sei mesi prima”. Il 13 ottobre è prevista la proiezione del primo di 10 film, che saranno seguiti da altrettanti. Gli orari saranno i consueti: mercoledì alle 15 e alle 21; biglietto singolo 5€, abbonamento 10 film 35€ (doppio ingresso).

Il rispetto del protocollo “ha costretto a un lavoro non indifferente. Dal 1 ottobre potremmo avere circa 400 persone in sala con l’innalzamento della capienza al 75-80%: indubbiamente ci speriramo”, ha spiegato ancora Bonacina.

Parole possibiliste anche per i 25 anni di ‘Una città sul palcoscenico’ nel 2019: “Venerdì sera parleremo con le Compagnie e la nostra intenzione è quella di ripartire, pur tra le presenti difficoltà. Questa è sempre stata la casa delle Compagnie amatoriali del nostro territorio”. In mente “ci sono altre idee, tra le quali la riproposizione di ‘Turandot’, ma il problema è riuscire a riproporre ‘Lecco Lirica’ per una questione di costi. Le collaborazioni stanno funzionando e il nostro obiettivo è quello di riprendere la stagione tra gennaio e febbraio con alcune opere liriche e uno-due operette”. La sala “rimane a disposizione per chi ha la necessità di prenderla in affitto o per gli eventi dell’Amministrazione comunale”. Rimane incerta l’attività delle scuole, “e dipende dalla possibilità che avranno gli studenti di uscire o meno dagli Istituti. Speriamo che la pandemia sia almeno sotto controllo e che i ragazzi possano tornare a riempire questo e gli altri spazi, anche per eventi importanti come quelli legati al Ricordo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Cenacolo vuole rinascere: nuovo impianto, novità e classici per la nuova Stagione

LeccoToday è in caricamento