menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Santa Maria Hoè e La Valletta, sabato storico: consegnati i sacchi chippati

Grande risposta da parte della cittadinanza per la novità sulla raccolta puntuale. Il presidente dell'Unione, Efrem Brambilla: «Al termine della giornata terminati i sacchi»

Una novità apprezzata sul fronte raccolta rifiuti a Santa Maria Hoè e La Valletta Brianza: ieri per la prima volta nella storia del territorio è stata effettuata la consegna dei sacchi chippati alla cittadinanza con il nuovo sistema "drive trough", ovvero senza scendere dall'auto.

«E? arrivata una risposta incredibile: al termine della giornata erano quasi terminati tutti i sacchi - commenta Efrem Brambilla, presidente dell'Uniune - Da parte della cittadinanza e? stata anche accolta la scelta del centro di raccolta come punto di distribuzione: sia i cittadini di Santa Maria Hoe? sia di La Valetta Brianza si sono presentati al centro di raccolta in maniera proporzionale, a differenza di quanto succedeva in altri punti per la consegna istituiti in precedenza dei sacchi dove i cittadini tendevano a effettuare il ritiro nella sede posta sul proprio comune».

«Inutile arrivare un'ora prima»

Non tutto, però, è filato senza intoppi. «Molti cittadini si sono presentati molto prima dell'apertura del servizio delle ore 9 - prosegue Brambilla - Presentarsi in anticipo comporta inevitabilmente la creazione di un incolonnamento di auto che non puo? essere smaltito, le auto non possono essere servite perche? il servizio non e? ancora attivo. Inoltre chi si presenta prima arreca allungamenti dei tempi di attesa anche a coloro che correttamente si presentano negli orari indicati. Inoltre mi chiedo che senso abbia aspettare piu? di un'ora l'apertura dei cancelli». Smaltita la fila accumulata, i tempi di attesa mediamente sono stati dell’ordine di 15 minuti.

Il nuovo sensore a Santa Maria Hoè si colora di verde: l'aria è buona

«Ringrazio moltissimo gli agenti Vincenzo Barile, Placido Ghezzi, Tommaso Scarabelli, il tecnico Massimo Milano, l'operatore Giorgio Talotta, la collaborazione della Protezione civile - prosegue il presidente dell'Unione dei Comuni - Ma soprattutto un ringraziamento speciale ai funzionari e agli operatori di Silea che sono stati tutto il giorno con pazienza a consegnare i sacchi a migliaia di persone al gelo, con temperature sotto lo 0. Io non li ho mai abbandonati, sono sempre stato con loro dalle 7 alle 18 sul campo per affrontare direttamente ogni problematica. Sono stato il primo ad arrivare e l'ultimo ad andare via».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

Lecco: lunedì 10 aprono le prenotazioni dei vaccini per la fascia 50-59 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento