Rispetto dell'ambiente: il primo "Clean Up Day" a Lecco ha fatto centro

Oltre ai rifiuti e ai 35mila mozziconi di sigaretta raccolti, l'iniziativa ha sensibilizzato la cittadinanza, radunando oltre 250 volontari. Un'esperienza da ripetere al più presto

Il Clean Up Day svoltosi sabato a Lecco continua a far riflettere Lecco, sensibilizzando sull'importanza che ha il rispetto dell'ambiente. Nonostante le previste condizioni meteorologiche non favorevoli, circa 250 volontari si sono presi cura per tutto il giorno della loro città, una città solidale e operosa capace di prendersi cura davvero del Bene Comune.

Un'attenzione particolare è stata riservata ai mozziconi di sigaretta: ne sono stati raccolti più di 35mila sparsi per le vie di Lecco, dalla Malpensata a Rivabella. Questo dato è allarmante e deve invitare a una riflessione sulla leggerezza con la quale troppo spesso viene trattato il nostro ambiente.

Collaborazione tra enti e associazioni

La giornata è stata resa possibile grazie a tutte le organizzazioni che hanno partecipato e ai cittadini che spontaneamente si sono uniti cammin facendo, i consiglieri comunali, lo staff di Informagiovani, dell'ufficio ambiente e di Silea. Alle operazioni di pulizia il Giglio ha affiancato il coinvolgimento delle famiglie e dei bambini organizzando laboratori sul tema ambientale anche attraverso la partecipazione dei volontari del "Clean up day".

Grande partecipazione degli studenti del Poli

«Siamo molto lieti di avere partecipato al progetto Avere Cura del Bene Comune promosso dall'Amministrazione comunale - dichiara Manuela Grecchi, prorettore delegato del Polo territoriale di Lecco del Politecnico di Milano - Con il Clean up day Lecco ha dimostrato ancora una volta che c'è una grande voglia e capacità di fare squadra e collaborare per un obiettivo condiviso. Faccio i miei complimenti e ringrazio il Comune di Lecco, le associazioni e tutti i volontari che, nonostante le condizioni meteo non proprio favorevoli, sono scesi in campo rimboccandosi le maniche. I nostri studenti hanno partecipato numerosissimi e questo mi rende davvero orgogliosa perché dimostra che hanno a cuore il tema del rispetto dell'ambiente e che soprattutto si sentono parte della città, nonostante molti di loro provengano da diversi Paesi nel mondo».

Clean Up Day 2019: la gallery fotografica

City Angels, Simbio e Legambiente sui fiumi

Una quarantina di volontari dei City Angels hanno operato attorno alla sede di Pescarenico, raccogliendo un intero secchio di mozziconi, e in centro, dove hanno allestito un banchetto informativo sulle attività: «Lungo corso Martiri della Liberazione - raccontano - alcune auto si sono fermate, incuriosite da quanto stava accadendo e ci hanno ringraziato per il lavoro che stavamo svolgendo, mentre in centro in diversi si sono avvicinati e hanno fatto domande per conoscere qualcosa in più su questa attività».

«Nonostante la pioggia - sottolineano i volontari dell’associazione Simbio - è stata realizzata un'iniziativa molto bella. È stata condivisa una giornata piacevole con un gruppo di studenti con i quali sono stati raccolti moltissimi mozziconi e una decina di sacchi di rifiuti lungo la sponda del fiume».

Legambiente ha invece percorso, con una ventina di volontari, la sponda del Gerenzone, da Laorca fino alla foce e, nonostante le rive non fossero visibilmente trascurate, hanno raccolto due interi sacchi di rifiuti generici e un numero elevatissimo di mozziconi: «È stato molto bello - commenta il vicepresidente di Lecco Laura Todde - conoscere la città da questo punto di vista e fare il percorso insieme; l'esperienza è da ripetere in vari momenti dell'anno come fattore aggregante».

Un centinaio di studenti delle superiori

Un centinaio di studenti provenienti dal Parini, Medardo Rosso, Manzoni, Grassi, Fiocchi, dal Viganò di Merate e dal Bachelet di Oggiono, divisi in tre gruppi, hanno battuto il lago e la zona del Medardo Rosso trovando molta sporcizia e tantissimi mozziconi: «Mentre eravamo al lavoro - spiega Francesca, rappresentante diciannovenne degli studenti del Friday for Future - tutte le persone ci hanno ringraziato e hanno apprezzato l'impegno. In molti ci indicavano le zone più sporche e l'impegno dei giovani di diverse scuole, coordinate da Marina Ghislanzoni dell'Ust, ha consentito un buon lavoro e una giornata di impegno collettivo».

Le attività del progetto Avere Cura del Bene Comune si sono formalmente concluse con questa significativa e coinvolgente iniziativa, ma l'appuntamento per una prossima iniziativa di cura e rispetto della città è solamente rimandato.

Potrebbe interessarti

  • Come pulire le porte interne di casa: trucchi e suggerimenti

  • Ferro da stiro addio: ecco alcuni trucchi per avere abiti perfetti senza stiratura

  • Centrotavola fai da te: idee per ogni occasione

  • Come lasciare la casa in ordine prima di partire per le vacanze

I più letti della settimana

  • Clooney compra casa a Lierna? Il sindaco: «Sarebbe un grande volano»

  • Allagamenti e alberi sradicati: nella notte colpita la zona dell'Olgiatese

  • Barzio, mangiano funghi non commestibili: dodici persone in ospedale

  • Torna sul Lecchese l'incubo del maltempo: scatta l'allerta per temporali forti

  • Maltempo, tornano i disagi: Oggionese colpito, divelti svariati alberi. In arrivo altri rovesci

  • Al Lavello alberi abbattuti dalla forte pioggia, danneggiato il monumento dei Marinai

Torna su
LeccoToday è in caricamento