rotate-mobile
Venerdì, 1 Marzo 2024
Verso Natale / Acquate - Malnago - Falghera - Deviscio / Corso Promessi Sposi

Più persone a Lecco per Natale: piano speciale per i controlli

In scena una nuova riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica

A Natale e nel resto delle Festività si attende un grande flusso di persone a Lecco e nei dintorni. Le Luci su Lecco nel centro della città capoluogo sono la punta dell'iceberg di un calendario ricco in tutto il territorio. Necessario, quindi, predisporre un piano specifico per i controlli anche viste le recenti problematiche sorte nel centro storico. Convocata lo scorso 30 novembre la specifica seduta del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduta dal prefetto di Lecco Sergio Pomponio e finalizzata alla “predisposizione di specifiche misure di prevenzione dei reati, la cui commissione potrebbe essere facilitata dalla maggiore presenza di persone nei luoghi pubblici, dall’affollamento dei mezzi di trasporto o dalla partecipazione ad eventi e cerimonie anche religiose di forte richiamo”, spiegano da corso Promessi Sposi.

Nel corso dell’incontro, al quale hanno partecipato la vicesindaco Simona Piazza, i responsabili delle forze dell’ordine ed il comandante della Polizia Provinciale, è stato effettuato, innanzitutto, un esame approfondito dei risultati conseguiti dal dispositivo, “predisposto a partire dallo scorso mese di agosto, allorquando è stato deciso di attuare, in alcune aree del centro cittadino ed in particolare in quelle che si diramano dalla stazione ferroviaria, una specifica attività di controllo del territorio e di vigilanza Interforze, che ha previsto anche presidi fissi e dinamici”.

Lecco, controlli più intensi per Natale

Come si ricorderà, “la misura era stata concordata nel Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, all’indomani di una serie di episodi di violenza urbana (probabilmente legati allo spaccio di stupefacenti o a situazioni di disagio sociale e di emarginazione), che avevano suscitato, soprattutto sul finire del mese di luglio, particolare allarme tra i residenti della zona. L’efficacia del dispositivo, che non ha, infatti, registrato casi simili nei successivi quattro mesi dalla sua applicazione (agosto-novembre), non è stata ritenuta inficiata dall’unico episodio di rissa accaduto lo scorso 23 novembre e, pertanto, si è concordato di riproporlo anche per il mese di dicembre, estendendone, peraltro, il terreno di attuazione ad altre zone del centro cittadino che, nel periodo delle festività ormai prossime, sono interessate dallo shopping ovvero dalla presenza di attrazioni e punti di intrattenimento per un numeroso pubblico”.

Nella circostanza, il prefetto ha invitato i responsabili delle forze di polizia a disporre, nello stesso periodo delle festività natalizie, “l’intensificazione delle misure di prevenzione in funzione di contrasto dei reati di strada (furti e borseggi innanzitutto) e di quei delitti suscettibili di incremento a seguito della maggiore circolazione di denaro e merci, o che possano essere favoriti dall’allestimento di mercatini o fiere natalizie, ovvero dallo svolgimento di cerimonie religiose, di spettacoli o di attrazioni turistiche”.

A questo proposito, la Prefettura rivolgerà “particolare raccomandazione alle società che effettuano i servizi di trasporto (ferroviario, automobilistico o lacustre) perché potenzino le misure di sicurezza dei viaggiatori ed ai sindaci per il concorso delle Polizie Locali nella vigilanza stradale e presso gli esercizi pubblici ed affinché sensibilizzino i gestori della grande e media distribuzione presenti nei rispettivi territori”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Più persone a Lecco per Natale: piano speciale per i controlli

LeccoToday è in caricamento