Domenica, 17 Ottobre 2021
Notizie Cremeno / Piazza Vittorio Emanuele II, 8

La comunità di Cremeno celebra 185 anni di devozione a San Rocco

Causa maltempo salta il trasporto della statua fino al campo sportivo, non le funzioni svoltesi nella chiesa parrocchiale di San Giorgio. Presente il sindaco Pierluigi Invernizzi e il suo omologo di Cassina Roberto Combi

Cremeno festeggia 185 anni di devozione a San Rocco. Purtroppo l'incertezza del tempo, che fin dal primo pomeriggio di lunedì non ha lasciato spazio a schiarite, non ha concesso il trasporto della Statua del santo presso il campo sportivo del paese. La Santa Messa è stata così celebrata nella chiesa parrocchiale di San Giorgio nel rispetto della vigente normativa anticovid.

La funzione solenne è stata preceduta dal dono floreale alla Statua del Santo da parte dei sindaci Pierluigi Invernizzi per l'Amministrazione comunale di Cremeno e Roberto Combi per l'Amministrazione comunale di Cassina Valsassina. La Schola Cantorum della Parrocchia San Giorgio Martire ha accompagnato la Santa Messa celebrata da  monsignor Pierantonio Tremolada, vescovo di Brescia, insieme al parroco della Comunità Regina dei Monti don Lucio Galbiati, a don Ettore Codega, prete residente in Maggio, a don Gianmaria Manzotti responsabile della pastorale giovanile e dal diacono Fabrizio Valsecchi.

Devozione al santo da parte dei parrocchiani

Numerosa la partecipazione dei parrocchiani di Cremeno e di Maggio oltre ai villeggianti che hanno voluto dimostrare la devozione per il santo soprattutto in questo particolare momento di pandemia. Nell'omelia Monsignor Tremolada ha voluto ricordare come la figura di San Rocco sia l'esempio dell'amore gratuito verso il prossimo e dell'essere pellegrino nel mondo e soprattutto nella propria vita messa in gioco per l'amore altrui. Al fine di mantenere viva la devozione al santo, non solo nella ricorrenza del 16 di agosto ma durante tutto l'anno, Don Lucio ha ricordato che la messa vespertina di ogni 16 del mese sarà il momento, per quanti sono amici e devoti a San Rocco, di rinnovare e mantenere viva la devozione al santo. La Santa Messa è terminata con la solenne benedizione. Un momento di festa è poi proseguito in oratorio con l'estrazione dei numeri della lotteria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La comunità di Cremeno celebra 185 anni di devozione a San Rocco

LeccoToday è in caricamento