menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Antonio Rusconi, sindaco di Bellano.

Antonio Rusconi, sindaco di Bellano.

Dal porta a porta al verde in discarica, sempre meglio la raccolta rifiuti a Bellano

Il sindaco Rusconi illustra con soddisfazione i dati degli ultimi mesi: «Positivo l'affidamento a Silea dell'area ecologica, avanti così avremo nel tempo un deciso risparmio»

«Possiamo dirci davvero soddisfatti per i primi mesi della nuova gestione dell’area ecologica sita in via per Oro che da quest’estate abbiamo affidato a Silea e, più in generale, sulle nuove modalità di conferimento». Il sindaco di Bellano Antonio Rusconi, che possiede anche la delega all’ecologia, presenta i risultati dei mesi di luglio, agosto e settembre per quanto riguarda il conferimento di rifiuti nell’area ecologica bellanese e delle recenti novità del “porta a porta”. Si tratta di dati positivi e incoraggianti. 

Inaugurato a Bellano il Centro operativo misto di Protezione civile

«Per prima cosa va sottolineato come l’introduzione dei secchielli blu (vetro) e giallo (carta) a gennaio 2018 abbiano consentito importanti risultati: il vetro è passato da 130.176 chilogrammi nei primi nove mesi presi in esame nel 2017 a 109.250 kg quest’anno (-16%), dimostrando come purtroppo in precedenza venivano conferiti rifiuti non idonei nelle campane - aggiunge Antonio Rusconi - L’introduzione della raccolta specifica della carta, scorporata dal sacco viola ha determinato una diminuzione sul totale. ma soprattutto un risparmio economico considerevole. Siamo infatti passati da 137.820 kg di imballaggi misti del trimestre 2017 a 50.110 sempre di imballaggi nel 2018, a cui vanno sommati 67.430 kg di sola carta. Considerando che il costo dello smaltimento degli imballaggi è di circa 68 euro alla tonnellata, mentre della carta è di soli 1 euro, è evidente come il risparmio sia davvero importante». 

Prendendo in esame i rifiuti riconducibili alle attività commerciali e al turismo, si evidenzia come i conferimenti siano notevolmente aumentati, dimostrando una crescita significativa in questi settori. «Gli imballaggi di carta e cartone sono passati da 55.390 chilogrammi a 69.780 (+26%), i rifiuti biodegradabili di cucine e mense da 129.430 kg a 148.530 kg e i residui della pulizia stradale (svuotamento cestini pubblici) da 8.180 kg a 9.840 kg - aggiunge il primo cittadino bellanese - Infine, ed è una cosa che ci aspettavamo e per questo abbiamo puntato forte, la nuova gestione dell’area ecologica che abbiamo affidato a Silea prima dell’estate ha fatto sì che i rifiuti biodegradabili (verde) e legname abbiano visto una riduzione enorme, passando rispettivamente da 132.760 kg nel trimestre 2017 a 63.000 kg nel 2018 per il verde, il 50% in meno, e da 39.345 kg a 16.820 kg per il legno, quasi il 60% in meno. Questo è particolarmente significativo perché consentirà nel tempo un deciso risparmio».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Tir bloccato in via Parini: rallentamenti nel centro di Lecco

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento