menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Don Vittorio, parroco di Abbadia, insieme ad Enrico Beruschi.

Don Vittorio, parroco di Abbadia, insieme ad Enrico Beruschi.

Beruschi in vacanza ad Abbadia prima dei suoi nuovi show

Da anni il noto comico, salito alla ribalta con il "Drive In", trascorre la sua estate nella frazione di Borbino alla quale è molto legato. Interverrà anche al meeting di CL

Sul palco e fuori dal palco. Enrico Beruschi è sempre quel personaggio che tra la gente mostra la sua unica e vera identità di persona di spettacolo che si integra con l'uomo che si ferma per strada stringendo la mano a tutti e sciorinando battute nate lì al momento. Parliamo di uno “spettacolo” che ogni anno si rinnova con il suo arrivo ad agosto nell'amata Abbadia Lariana. O meglio, nel rione di Borbino, la frazione del paese verso la quale il comico milanese - salito alla ribalta dello spettacolo con il "Drive In" di Italia Uno negli anni Ottanta - nutre un grande affetto.

Spettacolo alla Poncia di Abbadia Lariana con il beach volley

L'Enrico del Derby, l'ateneo dei comici del momento, non è legato solo al tormentone della celebre esclamazione “Alloraaaa”. Beruscau ha infatti nel suo bagaglio artistico culturale molto altro da mostrare. Già il 20 agosto, come per le passate edizioni, aprirà con alcuni dei suoi interventi il Meeting di Comunione e Liberazione di Rimini, giunto alla 40esima edizione. E sul tavolo dei relatori porterà il suo cavallo di battaglia: Giovannino Guareschi, vita, opere, letture del giornalista scrittore romagnolo. 

Enrico Beruschi è ad oggi un artista poliedrico, spazia dalla comicità spicciola a grandi parentesi impegnate da Guareschi alla Lirica, altra passione del comico residente ad Arese.

Ad Abbadia la prima spiaggia a lago vietata alle sigarette: sanzioni fino a 500 euro

Infrangendo un poco del privato abbadiense del Beruscau l'abbiamo visto entrare con la moglie nella chiesa di San Lorenzo, assistere alla messa prefestiva delle 18. Un saluto, una stretta di mano a don Vittorio e poi di nuovo la full-immersion nella sua Abbadia eletta a patria di nascita per adozione. (Si ringrazia Alberto Bottani per foto e collaborazione)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento