rotate-mobile
Notizie Mandello del Lario

Enrico Beruschi non delude mai: risate e applausi a Mandello

In tanti all'incontro con il noto attore diventato un fiume in piena parlando del suo primo lavoro in un biscottificio valtellinese fino agli esordi al Drive-in, e poi ancora il teatro e il cinema

Lui, l'uomo di spettacolo, si è presentato come un fiume in piena nella sala Don Beretta all'oratorio di Mandello dove sono stati in tanti ad ascoltarlo ed applaudirlo. Ancora una volta Enrico Beruschi non ha deluso il pubblico del suo lago, suo perchè a lungo frequentatore della zona come turista e villeggiante, in particolare nella vicina Abbadia. Nel corso del pomeriggio organizzato ieri dal Centro diurno anziani e dal locale gruppo degli Alpini guidato da Claudio Bianchi ha spaziato tra molti argomenti: dalla sua prima occupazione da ragioniere presso un biscottificio valtellinese agli esordi al Drive-in per arrivare al teatro e al cinema, con l'ultima apparizione in ordine di tempo nel film "Dante" chiamato dal regista Pupi Avati.

L'importante rapporto con la fede

A guidarlo in questo racconto - dal titolo azzeccato "Confidenzialmente" - il giornalista e amico Alberto Bottani. Una riscoperta del percorso personale e artistico dell'uomo che, oltre alla verve comica, ha mostrato anche il lato della persona di fede. Dalle sacre letture fatte nella chiesa di Abbadia Lariana chiamato dall'allora parroco don Vittorio Bianchi alla sua discesa a San Giovanni Rotondo nella culla di Padre Pio dove ha conosciuto fra Modestino, un frate continuatore dell'opera del Santo da Pietralcina.

Enrico Beruschi con il capogruppo degli alpini.

Beruschi ama anche la lirica e nel corso dell'incontro mandellese ha inoltre parlato dello scrittore Giovannino Guareschi con gli scritti del quale ha aperto alcune edizioni del Meeting di Rimini. Questo personaggio emiliano-romagnolo si lega doppiamente con Mandello per la sua moto Guzzi con cui percorreva le strade della nativa Roccabianca nel parmense e per il settimanale umoristico “Candido” da lui diretto dal 1945. Le copie del giornale ricordo di famiglia del padre Giancarlo sono state donate, dal dialogante Bottani a Beruschi, e custodite nella biblioteca comunale della sua città di residenza.

Il Beruscao che risponde al cellulare di una donna nel pubblico

Un momento dell'incontro moderato da Alberto Bottani, seduto a destra.

Quello mandellese è stato dunque un pomeriggio tutto da vivere e gustare, reso vivace dalla grande verve e inventiva dell'ospite che ha riservato anche una "chicca improvvisata" al pubblico quando è squillato il cellulare di una signora presente in sala: il "Beruscau" ha preso l'apparecchio rispondendo e salutando l'altra persona al telefono, continuando il suo show. È il comico che non tramonta mai col passare del tempo, e per chi lo vorrà rivedere basterà sintonizzarsi su Tv 2000 canale 28 del digitale terrestre alle ore 17 del 5 marzo nell'ambito del talk “Finalmente domenica”.

Il folto pubblico presente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Enrico Beruschi non delude mai: risate e applausi a Mandello

LeccoToday è in caricamento