Notizie Mandello del Lario / Via Leonardo Da Vinci

Enrico Ruggeri al Festival della Letteratura di Mandello

Si riapre il sipario al teatro comunale De Andrè, in presenza con posti ridotti e rispetto delle regole anticovid. Il cantautore presenterà il suo ultimo libro

Dopo oltre un anno di chiusura rialza il sipario al teatro comunale De Andrè di Mandello del Lario. Nel rispetto dei distanziamernti e delle normative anticovid, a partire da venerdì 21 maggio verrà proposta la nuova edizione del Festival della Letteratura e a calamitare l’attenzione interverrà il cantautore, conduttore televisivo, calciatore, presidente della Nazionale cantanti Enrico Ruggeri. Un artista a 360 gradi, ben coniugato nelle varie declinazioni professionali. Ruggeri salità sul palco del cineteatro di piazza Leonardo da Vinci, in attesa di vestire la maglia numero 10 che lo vedrà il 25 maggio all‘Allianz Stadium di Torino scendere in campo contro i Campioni per la Ricerca sul cancro, diffusa dalle Reti Mediaset. A Mandello l'autore di celebri canzoni come "Mistero", "Quello che le donne non dicono" e "Vivo da Re" presenterà il suo ultimo libro.

Il libro "Un gioco da ragazzi"

Il titolo del volume firmato da Ruggeri è “Un gioco da ragazzi” edito dalla Nave di Teseo di Elisabetta Sgarbi. Centrale, la narrazione degli anni di Piombo che hanno attanagliato la Milano cara al canta-scrittore per essere la sua città di residenza. Nelle pagine del lavoro letterario di Ruggeri la storia di una famiglia della borghesia meneghina con dei figli a contrapporsi nelle diverse fazioni politiche. Con “Fascisti carogne tornate nelle fogne” contro “Ce ne freghiamo della galera camicia nera trionferà” gli slogan gridati nelle manifestazioni di piazza, a segnare gli eventi dell’epoca. Con le  strade che si macchiarono di sangue, testimonianze della ricerca di imposizioni e riaffermazioni delle differenti ideologie politiche.

Video: il nuovo libro di Enrico Ruggeri, c'è anche un po' di territorio lecchese

Non solo la Milano, teatro di quel periodo, ma anche, nella penna dell’autore, il lago. Pur non citandola espressamente nel libro, Enrico Ruggeri rivolge uno sguardo proprio alla Città della Guzzi  come luogo eletto ad angolo di vacanza lontano dal clamore della città, dalle manifestazioni, dalle occupazioni studentesche, all’ordine del giorno nel romanzo. Una narrazione che prende il lettore pagina dopo pagina nel cercare la risposta alle tante domande sui perché di quegli "Anni di Piombo”.

Libro ruggeri-2

Al Festival interverrà anche l'autore mandellese Alberto Magatti

A precedere Ruggeri nella presentazione del suo libro, uno spazio affidato ad un altro lavoro letterario di diverso contenuto firmato dal mandellese Alberto Magatti. “Dado e le farfalle silenti” edito dalla Grafica Colombo di Valmadrera, presentato attraverso la prefazione firmata da Morena Fazzini (presidente dell’associazione “Illumina di Blu Valsassina”) con queste parole “Non tutte le storie di autismo sono uguali, questa è una storia che racconta una delle mille sfaccettature di questo spettro. Sincero, diretto, con un intreccio di storie di vita quotidiana l’autore infila l’autismo in una vita perfetta, in una famiglia perfetta.”

Gli orari di entrambe le presentazioni e le modalità di accesso contingentato al teatro De Andrè, verranno successivamente comunicati a ridosso della serata del 21 maggio.

(Si ringrazia Alberto Bottani per la collaborazione)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Enrico Ruggeri al Festival della Letteratura di Mandello

LeccoToday è in caricamento