menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Località Laghetto a Piona

Località Laghetto a Piona

Escherischia coli a Laghetto: spiaggia non balneabile

La località colichese a Piona unica non idonea secondo gli ultimi campionamenti dell'Ats Brianza. Ok per tutte le altre 24 controllate

Una sola località in provincia di Lecco non balneabile: si tratta della spiaggia di Laghetto di Piona a Colico, non idonea a causa di un valore di escherichia coli maggiore di 1.000 UFC (Unità formanti colonia) ogni 100 millilitri.

Tutte le altre, sul Lago di Como e quello di Pusiano, hanno ricevuto l'ok alla balneazione - dunque nessun problema per parametri microbiologici e algali - da parte dell'Ats Brianza in seguito ai campionamenti effettuati il 6 agosto 2018.

Le spiagge balneabili:
Abbadia Lariana    Campeggio
Abbadia Lariana    Lido Lariano
Bellano    Spiaggia di Oro
Bellano    Lido di Puncia
Colico    Inganna – LC 53
Colico    Lido di Colico
Dervio    Campeggio Europa
Dorio    Rivetta
Dorio    Riva del Cantone
Lecco    Località Pradello
Lecco    Canottieri
Lecco    Rivabella
Lierna    Riva Bianca
Mandello del Lario    Olcio – LC 18
Mandello del Lario    Camping Mandello
Mandello del Lario    Lido di Mandello
Mandello del Lario    Camping Nautilus
Oliveto Lario    Vassena
Oliveto Lario    Spiaggia di Onno
Oliveto Lario    Fraz. Limonta
Perledo    Riva Gittana
Pescate    La Punta
Bosisio Parini    Darsena Brera
Rogeno    Punta del Corno

Le spiagge non balneabili:
Laghetto di Piona    Colico

I consigli dell'Ats Brianza

Data l'estrema variabilità del fenomeno della fioritura algale (cianobatteri) in relazione alle condizioni climatiche ed atmosferiche, si ribadisce che in presenza di acque torbide, schiume o mucillaggini, o con colorazioni anomale è sconsigliato immergersi. 
È comunque buona norma, a tutela della salute, adottare i seguenti comportamenti:
- evitare di ingerire acqua durante il contatto con acque di balneazione;
- fare la doccia appena usciti dall’acqua provvedendo ad asciugare completamente tutto il corpo, con particolare riguardo alla testa;
- sostituire il costume dopo il bagno.

Si sottolinea che il contatto con acque contaminate da cianobatteri potrebbe provocare diversi effetti tra i quali: irritazione delle vie respiratorie e degli occhi (come riniti, asma, congiuntiviti, tosse) e/o disturbi gastrointestinali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento