menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della festa di venerdì sera 30 agosto in via Cavour a Mandello.

Un momento della festa di venerdì sera 30 agosto in via Cavour a Mandello.

Festa per i 100 anni del primo prototipo Guzzi

Musica e brindisi in onore della moto del celebre marchio Mandellese. E il prossimo week-end andranno in scena le Giornate internazionali dell'Aquila

Canti, balli, musica e cena lungo una via Cavour chiusa al traffico nella serata di venerdi 30 agosto per celebrare i cento dalla nascita del prototipo della prima Guzzi-Parodi. Correva l'anno 1919, quando due amici animati dalle stesse passioni con un progetto tecnico scrissero la storia, economica e sociale di un'intera comunità. La passione per i motori di un giovane Carlo Guzzi unita all'intuito e ingegno di Giorgio Ripamonti, il Giorgio ferèe furono gli artefici iniziatori del marchio dell'Aquila.

In un contesto privato al civico 8/12 della via di Mandello del Lario è rimasta l'officina con le stesse macchine utensili testimoni di questo passato. L'eclettico Gechi Trincavelli, pronipote dell'artigiano, domiciliato in questa via con attività di Bed & Breakfast, ha voluto fortemente ricordare questa data. Sulla casa una targa a firma Archivio della Memoria Comunale ne ricorda le tappe. “Nel 1919 fu montata la prima moto, la - GP - e fu presentata a Emanuele Vittorio Parodi che finanziò il progetto. Il 15-3-1921 nacque cosi la Società Anonima Moto Guzzi.”

Martino Goretti da leggenda: è ancora una volta campione del mondo

Nella serata di ieri è intervenuto anche il sindaco di Mandello Riccardo Fasoli. Nell'occasione è stato scoperto il grande affresco realizzato e firmato da Gechi a tema motociclistico, che verrà installato fuori dalla fabbrica Guzzi di via Parodi.

Le migliaia di centauri che affolleranno Mandello il prossimo fine settimana nelle Giornate Internazionali Guzzi di venerdì 6, sabato 7 e domenica 8 settembre avranno anche l'opportunità di toccare con mano il passato presso l'Antica Officina di Giorgio Ripamonti, in una piccola location dedicata alla grande storia. Oltre, ovviamente, alla possibilità di visitare il museo aziendale e di vivere da protagonisti la grande festa che richiamerà appassionati Guzzi da mezza Europa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento