Al via la festa del Lavello, tra cultura e devozione

Dalle mostre alle celebrazioni religiose, dai concerti al mercatino: molte le iniziative promosse da parrocchia, Fondazione e associazioni fino a metà settembre. Ecco le più importanti

Carlo Bolis (parrocchia di Foppenico), Armando Friburghi e Daniele Maggi della Fondazione Santa Maria del Lavello.

L'unione fa la forza. Grazie all'impegno congiunto della parrocchia di Foppenico, della Fondazione Lavello, del Centro culturale, di artisti, Comune, Pro loco e altre associazioni, il complesso religioso in riva all'Adda a Calolziocorte si appresta a vivere due settimane di grande coinvolgimento. Quindici giorni all'insegna di cultura, devozione e tradizione.

Innanzitutto è entrata nel vivo la mostra delle opere realizzate da Pietro Formenti, Antonio Guerra e Mauro Benatti (compianto artista di Airuno). Un viaggio alla scoperta della scultura che mette al centro figure umane, pensiero e sentimenti. 

Addio cubi giganti, in arrivo una nuova barriera protettiva al Lavello

«Sono numerose le iniziative organizzate allo scopo di valorizzare sempre di più il monastero del Lavello e di richiamare cittadini e turisti sul Lungoadda - commenta Daniele Maggi, presidente della Fondazione del Lavello, a destra nella foto insieme ad Armando Friburghi (Cda Lavello) e Carlo Bolis (volontario della parrocchia). - I visitatori stanno apprezzando la mostra degli artisti con le opere esposte in vari punti del chiostro, e presto potranno partecipare agli appuntamenti di carattere religioso. Ricordo inoltre il mercatino della Pro loco di domenica 8 settembre e le altre mostre in programma. Stiamo lavorando tutti insieme e su più fronti per il bene del Lavello».

Il programma della festa religiosa dedicata a Maria

La Festa di Santa Maria del Lavello prenderà il via domenica 1° settembre con la celebrazione della prima messa al santuario alle 9.30. Un'ora dopo verrà aperta la mostra collettiva di pittura e scultura avente per tema "Acque e pietre ci raccontano", per la sezione dedicata alla Festa della Madonna il titolo sarà "Maria, la madre". L'evento è dedicato a Leonardo da Vinci ed è proposto dal Centro culturale il Lavello. Alle 15.30 apertura della pesca di beneficenza. I momenti di preghiera proseguiranno anche nelle giornate successive, mentre per venerdì 6 alle 21.15 è in programma il concerto "El Llibre Vermell" con canti e danze del pellegrinaggio Medioevale proposti da "Capella de Ministrers" di Valencia. Sabato 7 alle 16.30 preghiera e benedizione per i bambini, alle 18 messa vigilare della festa. Alle 21 concerto del Premiato Corpo Musicale Giuseppe Verdi di Foppenico proposto dall'Amministrazione comunale.

Domenica 8 settembre si terrà la Festa della Natività di Maria. Alle 8 messa in parrocchia. Alle 9 concorso di pittura estemporanea dal titolo "Sulle tracce di Leonardo: acqua e pietre testimoni di secoli di storia al Lavello, sulla riva dell'Adda" sempre a cura del Centro culturale Il Lavello. Alle 9.30 messa animata del coro Santa Cecilia presieduta dal parroco don Antonio. Alle 11 Celebrazione Eucaristica officiata da monsignor Ottorino Assolari, vescovo di Serrinha in Brasile, con i sacerdoti nativi o che hanno esercitato il ministero nella frazione calolziese. Dalle 15.30 alle 18 concerto del gruppo dei Campanari di Bergamo. Alle 20.30 messa presieduta da don Roberto Gallizioli, Moderatore della Fraternità della Valle San Martino. Subito dopo concerto della Cappella musicale del Duomo di Bergamo diretta dal maestro Mario Valsecchi, all'organo il maestro Luigi Panzeri. L'iniziativa è promossa dalla Pro loco di Calolziocorte.

La Festa di Santa Maria del Lavello proseguirà anche nelle giornate successive. Mercoledì 11 omaggio a Maria con pensieri dedicati alla Madonna, da Petrarca a Turoldo, sempre a cura del Centro culturale. Nella serata di venerdì 13 si terrà un incontro di musica e parole rivolto in particolare ai giovani (e non solo) con la testimonianza della missionaria Katia Colombo. La maniestazione religiosa si concluderà poi sabato 14 settembre con la santa messa e la processione sul viale del santuario con il simulacro della Beata Vergine Addolorata.

Il parroco di Foppenico don Antonio: «Presto il passaggio epocale dell'unità pastorale»

Nella presentazione della Festa del Lavello, il parroco di Foppenico ha ricordato un'importante novità che presto interesserà le parrocchie di Calolziocorte. «Chiediamo alla Madonna che sostenga il cammino del prossimo anno che si aprirà con una grande novità: l'istituzione dell'Unità Pastorale tra le nostre parrocchie - ha scritto don Antonio Vitali - Si tratta di un passaggio epocale, di non ritorno: ce lo chiede la storia, la nostra chiesa diocesana, l'amore al Vangelo che ci invita ad essere uniti in Lui. Se in un mondo fatto di divisioni e di muri riusciremo a essere con umiltà testimoni del desiderio di unità che il Signore ha lasciato ai suoi discepoli, avremo fatto un grande dono all'umanità».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoratori egiziani devolvono incasso all'ospedale di Lecco: «La vostra sanità funziona e ci ha aiutati»

  • Guida Michelin, il Lecchese si conferma: "Porticciolo" e "Pierino Penati" rimangono stellati

  • Merate: scomparsa Tatiana Malikova, cittadina russa residente in una struttura ricettiva

  • Le migliori scuole della provincia di Lecco: i risultati per ogni indirizzo

  • Statale 36: chiusa la Lecco-Ballabio, traffico in tilt in città

  • Dopo oltre un anno il Ponte San Michele riapre al traffico veicolare

Torna su
LeccoToday è in caricamento