rotate-mobile
Il bilancio / Belledo / Via della Pergola, 73

Piccole e medie imprese, il bilancio: “2022, anno d'oro del welfare”

Api Lecco Sondrio traccia il bilancio dell'anno che sta andando verso la conclusione, tra aumento degli ordini ma anche dei costi

Bilancio di fine anno per le piccole e medie imprese di Lecco e Sondrio. La sede di Api, associazione di categoria che fa da riferimento per il settore, ha ospitato la canonica conferenza alla presenza del presidente Enrico Vavassori, del direttore Marco Piazza, del vice direttore Mario Gagliardi e della titolare della Novastilmec Spa, nonché consigliere di Api Lecco Sondrio, Daria Borgonovo. 

Il report d'indagine 2022

Per le imprese associate ad Api, come per tutto il sistema imprenditoriale italiano, è stato un anno non facile da gestire, con un avvio di 2022 con grande ottimismo dovuto al boom di ordini, produzione e fatturato, che poi però è andato riducendosi a causa dell’aumento sconsiderato dei costi energetici che ha condizionato pesantemente il lavoro delle nostre imprese e preoccupato gli imprenditori. “Ora le nostre imprese vedono un leggero miglioramento anche se le preoccupazioni per i prezzi di energia e gas non diminuiscono, anzi, sono in forte rialzo per il 57% degli intervistati, come testimonia l’ultima indagine redatta dal nostro centro studi a inizio dicembre, e per i primi mesi del 2023 si prevede una sostanziale stabilità con la situazione attuale. I dati, comunque, fanno registrato un aumento di associati e ci piacerebbe che il governo supportasse il loro lavoro”, ha spiegato il presidente Vavassori. Su ApiTech ha aggiunto come sia “diventato e diventerà sempre di più un riferimento a livello nazionale all’interno di ConfApi”, mentre ha ringraziato Laura Silipigni, a capo del gruppo giovani, per aver organizzato i festeggiamenti relativi ai 30 anni del medesimo gruppo.

conferenza fine anno api lecco sondrio 20 dicembre 20226 Enrico Vavassori

“Abbiamo lavorato, soprattutto negli anni precedenti, in una fase di disorientamento - ha ricordato il direttore Marco Piazza -. Nel momento difficile e in quelli che stiamo attraversando le attività e i supporti che diamo sono diventati fondamentali e faccio il caso della rete estero: ci stiamo concentrando per farla rivolgere a nuovi mercati, quest’anno abbiamo messo a punto un sistema che possa ampliare il supporto dato alle aziende. Se vogliamo dare un valore alla piccola impresa, anche noi dobbiamo guardare molto più avanti”.

conferenza fine anno api lecco sondrio 20 dicembre 20224 Marco Piazza

L’altro tema è quello di “ricerca e sviluppo, va dal digitale al tecnologico. Per questo motivo stiamo investendo su ApiTech, un digital innovation hub a tutti gli effetti e ci stiamo muovendo per dare supporto a livello nazionale: alle aziende diamo risposte e competenze che servono per muoversi in contesti complicati. Altre collaborazioni legate all’economia circolare sono allo studio”. Gli sforzi organizzativi “sono maggiori, ma si consolida il rapporto collaborativo con le aziende non solo a livello emergenziale come accadeva in passato”. Il 2022, inoltre e soprattutto, “ha visto l’internalizzazione del servizio di supporto per accedere al credito agevolato, è stato il lavoro più grosso condotto durante l’anno”.

2022, anno d'oro per il welfare

Piede sull'acceleratore sul Servizio Welfare, partito nel 2018 dalla collaborazione con Tre Cuori Spa Società Benefit e passato dal boom nel 2022, come rappresentato da Mario Gagliardi responsabile area relazioni industriali e sindacali: “Siamo partiti per andare incontro alle aziende che si affacciavano in modo spaesato a questo mondo. Avevamo 55 aziende e 280mila euro di valore complessivo dei piani welfare, oggi siamo sopra il milione e 600mila euro: l’interesse è sempre più cresciuto, continuiamo su oltre 70 piani attivi e 2.500 lavoratori coinvolti. Un obiettivo francamente impensabile fino a poco tempo fa”.

conferenza fine anno api lecco sondrio 20 dicembre 20223 Mario Gagliardi

La spinta è arrivata “dai provvedimenti degli ultimi due governi in questo ambito, con l’innalzamento della soglia fino a 3mila euro. Il 56% va sui fringe benefit (buoni spesa e benzina), il 44% sui flexible benefit (viaggi vacanze e spese scolastiche): al welfare abbiamo dedicato un seminario specifico, in particolare sul tema dell’incentivazione della fidelizzazione dei dipendenti perché può essere uno strumento molto importante in tal senso. Il riscontro che abbiamo è quello di uno strumento importante, essenziale nella gestione dei collaboratori”.

Esperienza confermata da Daria Borgonovo, consigliere di Api Lecco Sondrio che ha raccontato l’esperienza della Novastilmec di Garbagnate Monastero e dei suoi 47 dipendenti: “Da due anni abbiamo questo piano attivo e nel 2022 abbiamo incrementato l’investimento. La nostra intenzione era quella di avere una soluzione flessibile per i nostri dipendenti: la piattaforma Tre Cuori va a premiare le attività del territorio e crea un valore aggiunto”. I dipendenti hanno “apprezzato i nostri sforzi” e hanno scelto “vari servizi, dai buoni alla retta dell’asilo, passando per il rimborso delle spese energetica: la strada da seguire è questa, quella del taglio del cuneo fiscale è più lunga e difficile”.

conferenza fine anno api lecco sondrio 20 dicembre 20222 Daria Borgonovo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piccole e medie imprese, il bilancio: “2022, anno d'oro del welfare”

LeccoToday è in caricamento