menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fototrappole contro i rifiuti selvaggi

A Calolzio troppi sacchi di indifferenziata e umido abbandonati vicino ai cestini. L'assessore Luca Caremi annuncia il giro di vite con l'utilizzo di telecamere nascoste

Contro i rifiuti selvaggi arrivano le fototrappole. L’Amministrazione comunale di Calolziocorte ha infatti deciso di posizionare alcune telecamere nascoste nei pressi dei cestini della spazzatura presenti in città. Soprattutto nei contenitori dei parchi cittadini vengono infatti abbandonati sacchetti con rifiuti di ogni tipo, compresa la frazione umida,  in molti casi scarti domestici lasciati da chi non attua la raccolta differenziata. I controlli più serrati non riguarderanno quindi la raccolta porta a porta, e l’intenzione non è quella di usare il pugno di ferro contro eventuali errori dettati da qualche leggerezza, ma  di colpire coloro i quali scambiano i singoli cestini per discariche.

«Caos rifiuti: serve più attenzione da parte di tutti»  

«Nei prossimi giorni terremo una conferenza stampa per illustrare motivi e modalità di utilizzo di queste fototrappole - commenta l’assessore alla Polizia locale Luca Caremi, che si sta occupando della questione insieme al comandante dei vigili Andrea Gavazzi - Abbiamo deciso di parlarne pubblicamente proprio perché la nostra intenzione non è quella di fare cassa con le multe, ma di allertare i malintenzionati per evitare che vengano ammassati sacchi di ogni tipo vicino ai cestini, e far capire loro che da adesso in avanti non si scherza. Si tratta di telecamere opportunamente nascoste che scattano immagini  nel momento in cui rilevano movimenti. Immagini che restano a disposizione della Polizia locale alcuni giorni e che permettono di vedere chi abbandona i rifiuti». Da qui scatteranno poi la sanzioni. Le fototrappole verranno collocate in modo alterno  a ridosso dei vari cestini e, sempre nell’ottica preventiva di cui parlava Caremi, verranno sistemati anche cartelli informativi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento