rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Il punto / Valsassina / Via Fornace

Furti e rapine colpiscono anche le valli, ma meno: dati in calo, preoccupa lo spaccio

Boschi e zone nascoste fanno da covo ai malintenzionati, che possono gestire meglio i propri traffici

Lungo momento di confronto per fare il punto sui reati commessi nel territorio della Comunità Montana lecchese. Presso la sede di Barzio si è svolto il primo incontro itinerante sul territorio del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica, tavolo presieduto dal prefetto di Lecco Sergio Pomponio. “Conoscere, stabilire rapporti, consegnare informazioni, ricevere sollecitazioni, spunti, richieste”: con queste motivazioni Pomponio ha avviato l’incontro, sviluppatosi su temi di comune interesse: sicurezza pubblica, protezione civile, Pnrr e rapporti con gli Enti locali.

comitato ordine sicurezza comunità montana 20220-2

Meno furti e rapine, lo spaccio preoccupa

Durante la prima parte sono stati illustrati dal prefetto i dati sull’andamento della delittuosità nell’area della Comunità Montana che, nell’arco temporale preso in considerazione - 2019, 2021 e primo quadrimestre del 2022 - rivelano sempre un indice di delittuosità più basso rispetto all’intera provincia. Particolarmente avvertita dagli amministratori locali è l’esigenza di contrastare il consumo e lo spaccio di sostanze stupefacenti, attivo prevalentemente nei pressi delle arterie viarie contigue ad aree boschive. Nel fare il punto degli interventi già realizzati per la messa in sicurezza di alcune aree del territorio, si è convenuto sulla prosecuzione e sul rafforzamento dell'attività interforze di vigilanza e controllo, attività che deve essere favorita dall’opera di segnalazione di qualsivoglia forma di illegalità da parte di tutti i cittadini.

Danni sul territorio e controllo del Pnrr

La seconda parte della riunione è stata dedicata al tema della Protezione Civile, alla necessità di aggiornare i piani comunali, alla crucialità della prevenzione per uscire dalla ricorrente spirale disastro-ricostruzione-risarcimento, i cui oneri superano di gran lunga quelli che derivano da una accorta politica di prevenzione, senza considerare il dovere etico, ed anche giuridico, della mitigazione dei rischi per le persone, che ne costituisce l’effetto più pregnante. A tal proposito Pomponio ha assicurato “la massima collaborazione della Prefettura”.

Nell’ultima parte dell’incontro lo stesso prefetto ha voluto richiamare l’attenzione sul recente atto di indirizzo del Ministero dell’Interno circa la necessità di tutelare l’integrità delle risorse del Pnrr, schermandole dalla possibile azione infiltrativa della criminalità organizzata. “La collaborazione interistituzionale richiesta si concretizza anche nell’indicazione - all’atto dell’accesso alla Bdna per l’acquisizione della documentazione antimafia - di un’informazione tracciante, vale a dire l’annotazione dell’appartenenza dell’intervento, cui la richiesta di documentazione è riferita, all’ambito realizzativo del Pnrr”.

comitato ordine sicurezza comunità montana 20221-2

Attraverso la proiezione di varie slides è stato illustrato l’aggiornamento del sistema informatico con l’inserimento di nuove voci appositamente dedicate al Pnrr, ciascuna delle quali riferita o a singole fattispecie contrattuali per lavori, forniture e servizi (appalti, concessioni, cessioni, cottimi e altro) ovvero ai casi di erogazione di finanziamenti pubblici.

Presenti all’incontro, oltre ai vertici provinciali delle forze di polizia e al vicecomandante dei Vigili del fuoco, anche il vicesindaco di Lecco Simona Piazza, il presidente della Comunità Montana Fabio Canepari, i sindaci dei Comuni di Barzio, Bellano, Colico, Cassina Valsassina, Casargo, Crandola Valsassina, Cortenova, Cremeno Introbio, Moggio, Pagnona, Parlasco, Pasturo, Primaluna, Taceno e Valvarrone.

Tutti i dati

Questi i dati relativi al territorio della Comunità Montana:

FASTSDI 2 Tutte forze di Polizia - Comunità Montana Valsassina

Abitanti

33.226

Dati inseriti al 16.06.2022

Anno 2019

Anno 2021

Anno 2022 (Gen-Apr)

 FURTI

 consumati 

361

201

106

 con strappo e destrezza 

 consumati 

31

8

3

 abitazione 

 consumati 

89

61

46

 esercizi commerciali 

 consumati 

16

3

3

 di autovetture 

 consumati 

11

6

3

 RAPINE 

 consumati 

3

6

5

in abitazione

consumate

1

4

3

in esercizi commerciali

consumate

0

0

2

in pubblica via

consumate

1

3

2

TOTALE FURTI E RAPINE DENUNCIATE

364

207

111

TOTALE FURTI E RAPINE SCOPERTE

21

28

10

LESIONI DOLOSE

 consumati 

16

32

10

ESTORSIONI

 consumati 

1

2

5

TRUFFE E FRODI INFORMATICHE

 consumati 

94

185

53

DANNEGGIAMENTI

 consumati 

165

173

46

STUPEFACENTI

 consumati 

12

6

1

 TOTALE REATI DENUNCIATI

959

925

334

TOTALE REATI SCOPERTI 

224

298

96

Così, invece, su tutto il territorio lecchese:

FASTSDI 2 Tutte forze di Polizia - Provincia di Lecco

Abitanti

333.569

Dati inseriti al 16.06.2022

Anno 2019

Anno 2021

Anno 2022 (Gen-Apr)

 FURTI

 consumati 

4.362

3.251

1.213

 con strappo e destrezza 

 consumati 

261

168

62

 abitazione 

 consumati 

1.335

1.053

437

 esercizi commerciali 

 consumati 

270

236

79

 di autovetture 

 consumati 

169

133

48

 RAPINE 

 consumati 

63

64

30

in abitazione

consumate

7

8

4

in esercizi commerciali

consumate

11

4

6

in pubblica via

consumate

33

38

14

TOTALE FURTI E RAPINE DENUNCIATE

4.425

3.315

1.243

TOTALE FURTI E RAPINE SCOPERTE

349

301

104

LESIONI DOLOSE

 consumati 

257

270

87

ESTORSIONI

 consumati 

42

47

17

TRUFFE E FRODI INFORMATICHE

 consumati 

1.006

2.014

523

DANNEGGIAMENTI

 consumati 

1.611

1.509

489

STUPEFACENTI

 consumati 

91

65

15

TOTALE REATI DENUNCIATI

10.669

9.849

3.148

TOTALE REATI SCOPERTI 

2.490

2.433

755

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti e rapine colpiscono anche le valli, ma meno: dati in calo, preoccupa lo spaccio

LeccoToday è in caricamento