Prove di coprifuoco a Garlate: posteggio chiuso la notte per evitare assembramenti

L'Amministrazione del sindaco Conti rende off limits l'area di sosta vicina al Tigotà, a lato della Sp72. Intanto dopo cinque mesi c'è un nuovo caso di contagio

L'area di sosta tra il negozio Tigotà e il McDonald's.

Garlate chiude l'area di parcheggio vicino al negozio Tigotà in orari notturni per prevenire il possibile formarsi di assembeamenti. Questa la decisione presa dall'Amministrazione comunale in concomitanza con il provvedimeno di coprifuoco deciso dalla Regione Lombardia e in linea con le possibilità di attuare restrizioni concesse dal Governo ai sindaci con il recente Dpcm.

Bravate dei giovani, pugno duro del Comune di Garlate

L'ordinanza firmata dal primo cittadino Giuseppe Conti dispone la chiusura dell'area di sosta a lato della Sp72 dalle ore 21 alle 5 del mattino, a partire da ieri sera, martedì 20 ottobre, e fino al 13 novembre prossimo. Una scelta, come spiegato nel testo del provvedimento, ovviamente legata alla necessità di contrastare la diffusione del covid in questa fase di nuovo allarme, soprattutto per i posti sempre più pieni negli ospedali.

"Considerato che nel parcheggio antistante il negozio Tigotà in via Statale, dopo la chiusura dello stesso si ritrovano frequentamente gruppi di persone anche numerosi per consumare cibi o bevande o per ritrovo e che tale condizione è pregiudizievole del decoro e generatrice di assembramenti - si legge nel testo del provvedimento - si ordina la chiusura precauzionale e temporanea dell'area a parcheggio antistante il negozio dalle ore 21 alle ore 5 del giorno successivo". Il tutto tenendo conto: "della necessità di intervenire per prevenire tali situazioni in rapporto soprattutto alla situazione di pandemia che vede purtroppo un aumento esponenziale di casi di positività al virus".

«Se frequentate senza il rispetto delle norme verranno chiuse altre aree a rischio assembramenti»

L'Amministrazione Conti ha quindi reso noto dopo 5 mesi senza contagi in paese, purtroppo anche a Garlate si è verificato un nuovo caso di positività al Covid 19, precisando che in caso di necessità potrebbero essere chiusi anche altri spazi pubblici a rischio di assembramento.

«Per fortuna per ora la persona interessata non ha sintomi preoccupanti - si legge in una nota diffusa dalla Giunta sui canali social del Comune - Chiediamo a tutti i cittadini il rispetto rigoroso delle norme di comportamento verso se stessi e verso gli altri secondo quanto stabilito dalla legge. Il Comune di Garlate è pronto ad affrontare questa nuova fase critica, ma è necessaria e fondamentale la collaborazione e la consapevolezza dei cittadini. È già stata chiusa dalle 21 alle 5 un'area di potenziale assembramento e così si farà per tutte quelle aree che presenteranno le stesse caratteristiche o che verranno frequentate senza il rispetto delle norme. In caso di necessità è sempre possibile contattare l'Ufficio Servizi Sociali al numero 0341 681306».

Un caso di Coronavirus anche alla scuola media di Pescate: classe in quarantena e lezioni ridotte

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Comando della Polizia Locale: colpo di pistola, muore un giovane agente

  • Tragedia a Valgreghentino: giovane giardiniere muore travolto da un escavatore

  • Emergenza Covid: a San Girolamo chiese chiuse e Padri Somaschi in quarantena

  • Oggi a Villa San Carlo i funerali Ugo Gilardi, «Un ragazzo d'oro»

  • Lecco si sveglia in zona arancione: ecco cosa cambia dalla "rossa"

  • Regione Lombardia, Fontana conferma: «Da domenica saremo in "zona arancione". No al "liberi tutti"»

Torna su
LeccoToday è in caricamento