menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giornata di raccolta del farmaco, nel Lecchese totale di 4.043 confezioni

I farmaci aiuteranno le persone indigenti di sette realtà assistenziali del territorio. A livello nazionale si è arrivati a 468mila confezioni

Durante la Giornata di raccolta del farmaco di Banco Farmaceutico (dal 9 al 15 febbraio), a Lecco e provincia sono state raccolte 4.043 confezioni di farmaci in 40 farmacie, che aiuteranno le persone indigenti di sette realtà assistenziali del territorio. Si tratta, nello specifico, di: La Nostra Famiglia di Bosisio Parini; Caritas decanale di Lecco; Caritas - Centro di ascolto di Oggiono; Società San Vincenzo de' Paoli di Lecco; Cooperativa L'Arcobaleno; La Bussola cooperativa Il Sentiero di Merate; Comunità Casa la Vita di Lecco.

Un anno fa, prima dello scoppio della pandemia, la raccolta segnò un incremento del 30% rispetto all'anno precedente, con un totale di 3.955. Rispetto al 2020, quest'anno l'aumento è del 2%.

I dati in Italia

I cittadini hanno donato 468mila confezioni di medicinali, pari a un valore superiore a 3,5 milioni di euro. Questi farmaci aiuteranno più di 434mila persone povere di cui si prendono cura 1.790 realtà assistenziali convenzionate con la Fondazione Banco Farmaceutico onlus. Tali realtà hanno espresso a Banco Farmaceutico un fabbisogno pari a oltre 979mila confezioni di farmaci che, grazie alla raccolta, sarà coperto al 48%. All'iniziativa hanno aderito 4.869 farmacie. 

«Non era scontato»

«Non era scontato che la Grf si potesse svolgere, né che la partecipazione fosse così ampia; invece, benché la situazione fosse complicata a causa della pandemia, abbiamo assistito a un vero e proprio moto collettivo di umanità da parte dei tanti soggetti che vi hanno preso parte: i volontari, che hanno prestato gratuitamente il proprio tempo e, in certe zone d'Italia, affrontato il freddo per invitare le persone a donare un medicinale; i farmacisti, che hanno ospitato l’iniziativa, diventandone essi stessi volontari; i cittadini che hanno regalato un farmaco (molti dei quali sono andati apposta per questo scopo); le aziende che hanno contribuito all’evento, garantendone la sostenibilità; e le istituzioni che ci hanno supportato. La strada è ancora in salita e, la crisi economica innescata da quella sanitaria, continuerà a impoverire tante persone. Tuttavia, sappiamo che possiamo continuare a contare sull’aiuto di un piccolo popolo di amici generosi», ha dichiarato Sergio Daniotti, presidente della Fondazione Banco Farmaceutico onlus. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

Lecco: lunedì 10 aprono le prenotazioni dei vaccini per la fascia 50-59 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento