menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Guide turistiche: da lavoro provinciale a valenza nazionale

La regione lombardia ha avviato il Progetto di legge di salvaguardia. Con l'abilitazione alla professione di guida turistica e residenze turistiche, le guide potranno finalmente da livello provinciale operare anche a livello nazionale.

L'11 Marzo il Consigliere Daniela Maroni, in Commissione Attività Produttive, ha illustrato quali sono i contenuti del progetto di legge n.137 che mira a introdurre specifiche abilitazioni per siti di particolare interesse e certificazioni per chi consegue il "patentino" in Paesi Stranieri. Nel dettaglio si tratta di una specifica abilitazione per i siti di particolare interesse storico, artistico o archeologico e certificazioni ad hoc per chi ha ottenuto l'abilitazione all'estero. Attraverso questo progetto legislativo verrano introdotte notevoli modifiche alla Legge Regionale 17/11 che disciplina la partecipazione di Regione Lombardia alla formazione e attuazione del diritto dell'Unione europea. Lo stesso Consigliere Daniela Maroni ha dichiarato "Le disposizioni riguardanti l'abilitazione alla professione di guida turistica a livello nazionale sono state inserite per evitare una possibile infrazione del diritto dell'Unione europea. Prevediamo, dunque, che l'abilitazione alla professione di guida turistica abbia valenza sull'intero territorio nazionale e non sia più circoscritta ad un ambito provinciale. Sarà però opportuno stilare un elenco dei siti di particolare interesse, come previsto dalle leggi nazionali, e richiedere in questi casi una specifica abilitazione che garantisca una promozione turistica di qualità a vantaggio sia degli utenti che del territorio. Chiediamo per questo - ha continuato - che sia la Regione l'autorità competente a pronunciarsi sulle domande di riconoscimento delle qualifiche professionali conseguite all'interno dell'Unione europea: bisognerà, in sintesi, dimostrare una conoscenza specifica della storia, della cultura e delle peculiarità del Paese in cui si intende lavorare come guida o accompagnatore". Inoltre il Progetto di Legge si pone l'obiettivo di modificare anche la Legge Regionale 15/2007 nelle sezioni relative ai limiti temporali per la validità dei contratti per la possibilità di usufruire di appartamenti e casa per le vacanze. Infine, per l'esercizio dell'attività ricettiva non alberghiera, per le attività ricettive all'aria aperta e per le agenzie di viaggio e turismo, verrà richiesta la sostituzione dei titoli abilitativi con l'istituto della Segnalazione di Inizio Attività. La provincia non dovrà più autorizzare l'apertura di agenzie di viaggio e turismo. La stessa SCIA ( Segnalazione Inizio Attività) sarà sufficiente anche per i Centri di assistenza fiscale alle imprese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento