Il grazie di Varenna a don Angelo Viganò

Il sindaco Manzoni, gli alpini e molti cittadini hanno salutato calorosamente il parroco di Perledo, chiamato a reggere temporaneamente due anni fa la comunità parrocchiale del paese. Al suo posto arriverà come prevosto don Carlo Ernesto Lucini

Don Angelo Viganò forografato in chiesa insieme al sindaco, agli alpini e ad alcuni fedeli.

Al termine della messa celebrata nella chiesa prepositurale di San Giorgio domenica 1° settembre, i varennesi hanno salutato calorosamente don Angelo Viganò, parroco di Perledo, chiamato a reggere temporaneamente due anni fa la comunità parrocchiale del paese in qualità di Amministratore parrocchiale, dopo le dimissioni dall'incarico nel settembre del 2017 del predecessore don Aldo Monga.

Il prevosto di Lecco: «Scelta coraggiosa per aprire il Festival di Venezia»

A seguito della nomina canonica di don Carlo Ernesto Lucini a prevosto di Varenna - al quale la Curia di Milano ha recentemente affidato la rappresentanza e l'amministrazione della parrocchia e che arriverà in paese nei prossimi giorni - i fedeli presenti, unitamente al sindaco Mauro Manzoni e alla delegazione degli Alpini, hanno espresso a Don Angelo tutta la gratitudine per la cura prestata alla popolazione durante i due anni del suo temporaneo ministero.

Per l'occasione, al termine della santa messa, il primo cittadino ha voluto esprimere a nome della collettività tutto l'affetto e la stima nei suoi confronti, declamando una poesia di Davide Maria Montagna, intitolata "Per ogni ritorno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La terra trema: in serata terremoto rilevato nel territorio di Ello

  • Bollo auto: ecco cosa cambia nel 2020

  • Barzio: tragedia sullo Zucco Angelone, arrampicatore cade durante la scalata e perde la vita

  • Offerte di lavoro, Sport Specialist assume personale nel Lecchese: come candidarsi

  • Satech si amplia con una nuova sede e trenta assunzioni per il 2020

  • Tragedia a Osnago: attraversa i binari e muore sotto il treno

Torna su
LeccoToday è in caricamento