rotate-mobile
L'incontro / Acquate - Malnago - Falghera - Deviscio / Corso Promessi Sposi

Troppi infortuni sul lavoro, il prefetto promette un tavolo ai sindacati

Faccia a faccia nelle sale di corso Promessi Sposi: infortuni in crescita nel 2022

Preoccupazione infortuni per i rappresentanti delle organizzazioni sindacali lecchesi. I vertici provinciali sono stati ricevuti lunedì dal prefetto di Lecco Sergio Pomponio: presenti i segretari di Cgil, Cisl e Uil, che hanno sottoposto i dati relativi agli infortuni sul lavoro, in crescita rispetto al 2021. Molteplici le sollecitazioni portate dai sindacati all'attenzione del prefetto: si va dai tavoli di confronto a livello territoriale alla proposta di vincolare i finanziamenti delle imprese agli investimenti in salute e sicurezza, oltre a un impulso netto dell'attività ispettiva. Ritenuto fondamentale il tema della formazione, “che non può ridursi a mera predisposizione di informazioni prive di autentico valore formativo”, spiega la Prefettura in una nota.

È stato, pertanto, formulata e recepita da parte del prefetto la proposta di attivare un confronto, a livello provinciale, tra istituzioni, rappresentanze datoriali e parti sociali per intraprendere iniziative a tutela dell'integrità psicofisica dei lavoratori. Tra i messaggi da promuovere c'è “la non negoziabilità della sicurezza; valore non contrapponibile a un concetto sano di sviluppo economico e sociale”.

“Istituzioni non siano indifferenti”

 “Un infortunio sul lavoro – da quelli meno gravi a quelli che diventano tragedia – è sempre un momento patologico del sistema, che non può lasciare indifferenti le istituzioni, le quali sono tenute a un'azione coordinata, non solo di controllo e sanzionatoria, ma anche e soprattutto di prevenzione”, ha commentto il prefetto Pomponio, che ha evidenziato come “la cultura della legalità sia precondizione e garanzia della sicurezza sul lavoro”.

“Legalità - ha quindi precisato il prefetto - che può essere tutelata in vari modi, dalla sottoscrizione di protocolli, a un attento controllo dei costi del personale o della sicurezza da parte delle commissioni di gara in caso di gare d’appalto”. Unanime la convinzione che i controlli ispettivi costituiscano “uno strumento di prevenzione e contrasto, che va potenziato e salvaguardato da riduzioni della spesa pubblica”, concludono da corso Promessi Sposi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppi infortuni sul lavoro, il prefetto promette un tavolo ai sindacati

LeccoToday è in caricamento