rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Notizie Mandello del Lario

Dal lago al Qatar, i Mondiali di Dj Marra

Il mandellese Fabrizio ha lavorato a Doha in occasione dell'evento calcistico, assistendo alla spettacolare finale Argentina-Francia: "Una grande emozione"

"Tutto li è grande, immenso", aggettivi che portano a Doha, la capitale del Qatar che ha da poco ospitato i Mondiali di calcio. Dopo un mese e mezzo di calde temperature, oggi al tavolino del bar di una fredda mattinata mandellese, incontriamo Fabrizio Marra, il dj che con la musica elettronica da lui prodotta ha fatto ballare tante persone negli hotel e nei club, quale animatore degli eventi legati ai dopo partita di questa grande kermesse che ha visto il trionfo dell'Argentina ina una finale spettacolare contro la Francia. E nello stadio ad assistere a quello storico incontro c'era anche lui. Con il biglietto ingresso ad invito "in quanto il ticket costava 2500 euro” ci precisa.

In una città dove tutto costa caro, dalla notte in hotel con la camera che varia dai 1.300 ai 1.400 mila euro, di contro, l'acquisto del carburante, la benzina si paga 30 centesimi al litro. Altre situazioni di “borsa” saltate all'occhio del mandellese "due birre medie con le patatine le ho pagate 48 euro". Al di la di queste questioni prettamente di portafoglio, Marra ci riferisce di "una meravigliosa esperienza lavorativa in occasione di un evento sportivo di portata mondiale perfettamente riuscito, che ha regalato anche al sottoscritto grandi emozioni".

Marra in consolle in Qatar.

Parecchi sono gli italiani che lavorano nella città dei Mondiali di Calcio, in un Paese tra i più ricchi al mondo, noto per le sue attività commerciali. Fabrizio, ci parla di tutto ciò che ha visto e toccato con mano nel corso del mese e mezzo trascorso a ridosso dei mondiali che ha visto a Doha convergere migliaia e migliaia di argentini e messicani che alloggiavano non in questa città, ma in Giordania e nel Dubai.

Spente le luci, i riflettori sulla Coppa, non è cosi per il mandellese Marra che - rientrato a metà settimana dalla lunga trasferta per i Mondiali - tornerà presto al caldo del Qatar, dove ha già firmato un contratto che lo rivedrà riaccendere la consolle da dove esce, si sprigiona la musica, frutto dalla sua passione coltivata nelle piccole discoteche della nostra provincia e oggi veicolata la dove tutto è grande e immenso. Con gli occhi e il cuore al made in Italy, come in un grande centro commerciale di Doha dove è stato riprodotto un pezzo della nostra Venezia con i sui canali e le gondole regatanti.

(Si ringrazia Alberto Bottani per la collaborazione)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal lago al Qatar, i Mondiali di Dj Marra

LeccoToday è in caricamento