rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Fine dell'esilio / Caleotto / Via Antonio Ghislanzoni

Liceo "Manzoni", trasferta quasi finita: gli studenti tornano in via Ghislanzoni

Il nuovo anno scolastico vedrà anche il ritorno degli alunni nella sede naturale

L'‘esilio’ è quasi finito. A settembre 2022 gli studenti del liceo "Manzoni" di Lecco lasceranno l'area esterna del “Bertacchi” e torneranno all'interno della loro sede naturale di via Ghislanzoni, nel frattempo interessata da un profondo ritocco dal punto di vista viabilistico. La decisione è stata presa dal presidente della Provincia di Lecco Alessandra Hofmann e dal consigliere provinciale delegato all’edilizia scolastica Fabio Pio Mastroberardino, logica dopo la conclusione dei lavori di messa in sicurezza e di ammodernamento strutturale e tecnologico dell’edificio effettuati dal Comune di Lecco.

“Questa decisione, presa d’intesa con la dirigente scolastica, rispetta l’accordo preso a suo tempo dal presidente Claudio Usuelli, dal consigliere proviniciale Marinella Maldini, dal sindaco Virginio Brivio e dall'assessore comunale Clara Fusi - spiegano i rappresentanti di Villa Locatelli -. Verrà pertanto liberata la struttura modulare prefabbricata che ha ospitato temporaneamente il ‘Manzoni’ e che potrà essere utilizzata come jolly per le altre scuole in caso di lavori urgenti e non effettuabili in un altro momento. Una struttura che non può essere destinata a sede permanente di una scuola, perché i moduli prefabbricati hanno un tempo di vita limitato e sono privi di spazi accessori”.

La classe jolly del "Bertacchi"

La struttura è stata realizzata “appositamente per ospitare in via temporanea il liceo "Manzoni" perché le altre ipotesi di sedi alternative avanzate allora non erano percorribili, in quanto si trattava di edifici non idonei a ospitare studenti, docenti e personale o che richiedevano l’utilizzo d'ingenti risorse da parte del Comune per la messa a norma e per ricavare spazi adeguati alla didattica. Finalmente, dopo due anni il "Manzoni" potrà dunque tornare nella sua sede naturale, di grande pregio da punto di vista storico e architettonico, dotata di tutti i servizi necessari alla didattica, tra cui i laboratori di chimica, fisica e informatica, oltre che della preziosa biblioteca con oltre 14mila volumi. In qualità di ente competente sulle scuole superiori, in accordo con la dirigente scolastica abbiamo programmato il trasferimento a settembre per dare modo agli studenti di completare l’anno scolastico nella struttura provvisoria senza ulteriori disagi e per dare tempo a tutti gli attori coinvolti di completare le rifiniture necessarie nell’edificio di via Ghislanzoni”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liceo "Manzoni", trasferta quasi finita: gli studenti tornano in via Ghislanzoni

LeccoToday è in caricamento