menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ingresso della Biblioteca civica Pozzoli a Lecco

L'ingresso della Biblioteca civica Pozzoli a Lecco

Contributi alle biblioteche lecchesi per l'acquisto di nuovi libri

Il Sistema bibliotecario del territorio lecchese ha risposto al decreto del Ministero per i Beni e le Attività culturali: coinvolte le librerie

Le biblioteche associate al Sistema bibliotecario del territorio lecchese hanno richiesto in questi giorni il contributo per l'acquisto di libri sulla base di quanto previsto dal decreto del Ministero per i Beni e le Attività culturali a sostegno del libro e dell'intera filiera dell'editoria libraria.

Il contributo verrà erogato ai Comuni associati al Sistema che hanno fatto richiesta entro il 31 agosto e prevede l'assegnazione delle risorse fino a un massimo di 1.500 euro per le biblioteche con un patrimonio librario fino a 5.000 volumi (1 biblioteca del Sistema); 3.500 euro per le biblioteche con un patrimonio librario di oltre 5.000 volumi e fino a 20.000 volumi (sono 37 biblioteche del Sistema con queste caratteristiche) e 7.000 euro per le biblioteche con un patrimonio librario di oltre 20.000 volumi (sono 22 biblioteche del Sistema con queste caratteristiche).

Le risorse che saranno assegnate dovranno essere utilizzate per l'acquisto di libri presso almeno tre diverse librerie presenti sul territorio provinciale; il Sistema bibliotecario, in collaborazione con Confcommercio Lecco, ha avviato un'indagine di mercato per fornire alle biblioteche l’elenco e le caratteristiche delle librerie presenti in provincia di Lecco, quale strumento utile per poter poi procedere all'acquisto dei libri.

Piazza: «Grazie a Confcommercio»

«Un'iniziativa positiva promossa dal Ministero per i Beni e le Attività cultura alla quale il Sistema bibliotecario del territorio lecchese ha aderito con entusiasmo per far fronte a questo periodo di difficoltà, durante il quale le nostre biblioteche, anche grazie al servizio Mlol, hanno risposto positivamente, cercando di fornire sempre più servizi a distanza, per permettere ai cittadini e agli utenti rimasti in casa a causa del lockdown, di poter continuare a leggere e usufruire delle risorse disponibili. A questo proposito ricordo che Lecco, ente capofila del Sistema bibliotecario, ha mantenuto il riconoscimento biennale di Città che legge - commenta la presidente del Sistema bibliotecario del territorio lecchese Simona Piazza - Un grazie particolare va a Confcommercio Lecco, con cui prosegue anche la collaborazione per il festival Leggermente, e al suo presidente Antonio Peccati e a chi ha coordinato l'iniziativa».

Peccati: «Buon lavoro per le librerie»

«Crediamo come Confcommercio Lecco di aver fatto un buon lavoro per le librerie del nostro territorio - spiega il presidente di Confcommercio Lecco, Antonio Peccati - Ringraziamo il Comune di Lecco (in particolare i funzionari Silvia Ponzoni e Pieraldo Lietti) e il Sistema bibliotecario provinciale, guidato dalla presidente e assessore del Comune di Lecco, Simona Piazza, per il lavoro congiunto. Da parte nostra ci auguriamo che le librerie del territorio si facciano avanti e si propongano per garantire la fornitura di libri per le biblioteche del Sistema provinciale, così come auspichiamo che tutti i Comuni della Provincia, anche quelli più piccoli, si impegnino per valorizzare le librerie presenti sul territorio che sono un prezioso presidio sociale e culturale».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Priscilla cerca casa: «È dolcissima»

Attualità

I 10 luoghi simbolo di Lecco più amati dai visitatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento