Domenica, 17 Ottobre 2021
Notizie Via Giuseppe Ongania, 4

Servizi e salute: uno sportello per i cittadini in difficoltà

L'iniziativa della Uil, rivolta in particolare ai pensionati, è stata presentata durante il primo convegno in presenza. "L'emergenza covid ci insegna a non dimenticare i più fragili"

"L’emergenza Covid ha pesato soprattutto sulle persone anziane e su quelle più fragili. Ci ha insegnato cosa possiamo e dobbiamo fare per proteggerle". Con queste parole Carmelo Barbagallo, Segretario Generale Nazionale della Uil ha chiuso il Convegno della UIL Pensionati di Lecco e Como, il primo in presenza, tenutosi nei giorni scorsi in sala Ticozzi, venerdi 1 ottobre.

Il dibattito moderato dalla giornalista Katia Sala è stato aperto da Giacomo Arrigoni, segretario responsabile Pensionati Lario Orientale, che ha presentato l’attivazione sul territorio di uno sportello/punto di incontro in risposta alle domande dei cittadini per rispondere alle problematiche del quotidiano, legate al vivere sociale e alla sanità. Tra i relatori anche il sindaco di Lecco Mauro Gattinoni il quale ha apprezzato l'iniziativa dello "sportello" garantendo l’impegno dell’ente pubblico a sostegno di questo nuovo progetto.

Uil sala-2

E poi ancora l'intervento di Paolo Favini, direttore generale ASST Lecco, il quale ha riesaminato l'emergenza segnata dalla pandemia negli ospedali del nostro territorio. Il covid ha messo a dura prova gli operatori sanitari, le strutture e con loro l’utenza degli assisiti coinvolti, in questo tsunami che ha toccato molta parte della popolazione colpendo soprattutto i più fragili. E poi ancora il contributo alla tavola rotonda di Salvatore Monteduro, fino alle dichiarazioni rilasciate da Barbagallo.

Uil Barbagallo-2

Carmelo Barbagallo

"A me è sempre piaciuto andare in mezzo alla gente, confrontarmi nelle piazze e con i giovani - ha dichiarato il segretario nazionale della Uil - Nel 2019 avevamo riempito le piazze d’Italia e nel 2020 eravamo pronti per un confronto con il Governo sui temi del lavoro e della crescita. Poi è purtroppo arrivato il covid. Sono quasi due anni che siamo fermi sul fronte delle iniziative pubbliche. Finirà questa situazione e con essa dovrebbe ricominciare la discussione, senza nessuna modifica da parte nostra. Le nostre richieste sono sempre quelle contenute nella piattaforma confederale del 2018. Quindi è giunto il momento di passare ai fatti. Se contrariamente il tentativo sarà quello di snobbarci, o fingere che i pensionati sono un peso, cercheremo di risvegliare questa categoria. Per il bene del Paese - ha concluso Barbagallo - Occorre sederci tutti intorno a un tavolo e capire in quale direzione è bene andare, e nel fare le scelte giuste i pensionati vogliono dare il proprio contributo". 

(Si ringrazia Alberto Bottani per la collaborazione)
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizi e salute: uno sportello per i cittadini in difficoltà

LeccoToday è in caricamento