rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
l'impresa / Centro storico / Largo Montenero, 3

Studenti del liceo Grassi alla finale del progetto "Astro-Pi" dell'Agenzia spaziale europea

La squadra, ribattezzata F2D2, comprende quattro ragazzi di 5^ e si è occupata di osservazione e analisi dello stato di salute della vegetazione terrestre attraverso una telecamera a infrarossi

Il Liceo scientifico-musicale "G.B. Grassi" di Lecco sempre più protagonista a livello nazionale in questo fine anno scolastico grazie all'abilità dei suoi studenti. 

F2D2 è il nome del gruppo di liceali lecchesi finalisti tra gli oltre 800 partecipanti iniziali al progetto "AstroPi - Mission Space Lab" promosso dall'Esa, l'Agenzia spaziale europea. La squadra è composta dagli alunni Tommaso Dognini, Pietro Donghi, Stefano Fanciosti e Lorenzo Fumagalli della classe 5^G opzione scienze applicate, ed è stata guidata dalla docente di matematica e fisica Emanuela Magni.

Il nome della squadra, non sarà sfuggito ai più attenti e ai fan della saga cinematografica, riprende quello del droide protagonista di Star Wars, R2D2, per l'occasione modificato con le iniziali dei cognomi dei membri del team.

Progetto che stimola scienza, fisica e matematica

"Il progetto stimola ad applicare le conoscenze scientifiche, fisiche e matematiche nel campo della programmazione in linguaggio Python: si tratta di realizzare un codice per eseguire indagini di carattere scientifico a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, la ISS - spiegano dal liceo Grassi - L'Esa ha fornito a ogni squadra un computer e dei sensori, utilizzati per condurre le indagini. In particolare è stata fondamentale la telecamera a infrarossi. La squadra F2D2 si è posta come obiettivo l'osservazione e l'analisi dello stato di salute della vegetazione terrestre attraverso la telecamera a infrarossi, studiando i valori ottenuti con una scala di riferimento: l'indice NDVI, strumento utile per valutare la vitalità della vegetazione".

Monitorata l'evoluzione della vegetazione locale

Le immagini così ricavate sono state confrontate con i dati ottenuti da vari enti internazionali e grazie a questi è stato possibile monitorare l'evoluzione della vegetazione locale, al fine di comprendere l'impatto che fenomeni come incendi boschivi, siccità estrema e cambiamenti climatici hanno sul nostro pianeta.

La squadra si è classificata per accedere all'ultima fase del progetto, in una sfida contro altri 300 partecipanti. Occorrerà ora analizzare in maniera originale e completa i dati ricevuti. "Facciamo il tifo per questi giovani scienziati, nell'attesa del verdetto che verrà annunciato non prima di luglio" concludono dall'istituto lecchese.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Studenti del liceo Grassi alla finale del progetto "Astro-Pi" dell'Agenzia spaziale europea

LeccoToday è in caricamento