Escrementi per strada, al via la campagna "Lierna ne ha le scarpe piene"

Posizionati in paese otto cartelli per sensibilizzare la popolazione sulla problematica. Stefanoni: «A breve altri nelle frazioni. Puntiamo sul senso civico dei cittadini»

Il Comune di Lierna dichiara guerra ai conduttori di cani che lasciano per strada gli escrementi dei loro amici animali. La situazione negli ultimi tempi, come del resto in altri paesi, è diventata difficilmente tollerabile: le deiezioni fanno bella mostra di sé a ogni angolo di Lierna, nel centro come nelle frazioni, urtando la sensibilità dei cittadini ma anche dei tanti turisti che con l'arrivo della bella stagione iniziano ad affollare le spiagge.

L'Amministrazione comunale liernese è così corsa ai ripari, lanciando una campagna di sensibilizzazione per il decoro urbano. Da giovedì scorso in paese sono stati posizionati cartelli che riportano l'inequivocabile scritta "Lierna ne ha le scarpe piene".

Escremento di cane per strada, sui muri spuntano cartelli con insulti

«Questa campagna - spiega il vicesindaco Silvano Stefanoni - nasce da una situazione che stava diventando ingestibile, da un malcostume sempre più diffuso. Chi possiede un amico a quattro zampe deve essere conscio che raccogliere ciò che il suo cagnolino fa è un obbligo morale. Le sanzioni rimangono invariate, come stabilito dal regolamento approvato nel 2008».

Per ora sono stati installati otto cartelli nella Riva Bianca, in centro e in prossimità dei parcheggi. «A breve provvederemo anche alle frazioni - prosegue Stefanoni - Lo faremo noi o comunque chi vincerà le elezioni, il decoro urbano del paese dovrà essere una priorità. E poi confidiamo nel senso civico dei padroni».

Potrebbe interessarti

  • Come pulire i vetri del box doccia

  • Come pulire il lavello in acciaio: rimedi naturali

  • Aree verdi nel Lecchese: 5 mete ideali per stare a contatto con la natura

  • Le proprietà della ciliegia e tutti i suoi benefici

I più letti della settimana

  • Maltempo, quasi mille evacuati in provincia. Chiesto lo stato di emergenza

  • Troppi batteri nell'acqua del lago e motivi di sicurezza: vietato fare il bagno in tre spiagge del Lecchese

  • Assorbenti, coppette mestruali e sex toys: ecco il primo negozio dedicato alla vagina

  • Chicchi di grandine come noci piovono su valle San Martino e Brianza

  • Dervio. Accusa malore mentre è in auto: grave uomo anziano

  • Giù la serranda per l'ultima volta: Lecco perde anche Teorema Giocattoli

Torna su
LeccoToday è in caricamento