Mercoledì, 22 Settembre 2021
Notizie Piazza Bione

Linee Lecco, nuovo patto per il Premio di Risultato: ai dipendenti fino a 1.500 euro

L'azienda pubblica e le organizzazioni sindacali, dopo sei mesi di lavoro e qualche tensione, hanno sottoscritto la piattaforma

Ottanta euro in più su scala annuale, eliminata la distribuzione a pioggia, introdotto il sistema a rendimento. Sono le maggiori novità dell'accordo di secondo livello sottoscritto da Linee Lecco e le quattro organizzazioni sindacali che si sono sedute al tavolo con l'azienda pubblica. Il Premio di Risultato (Pdr) è risultato di un dialogo durato sei mesi, che ha riservato anche delle tensioni, e porterà il premio da 1.420 a potenziali 1.500 euro. “La piattaforma presentata era stata condivisa con Virginio Brivio ed è stata completamente condivisa anche dal nuovo sindaco Mauro Gattinoni - ha premesso Mauro Frigerio, amministratore unico dell'azienda pubblica -. Una parte delle Organizzazioni Sindacali, che si sono fratturate tra le quattro componenti, ha chiesto la creazione di due tavoli di lavoro separati, condizione che non abbiamo accettato; la decisione è stata, a suo tempo, comunicata anche a Comune e Prefettura. Il dialogo è andato avanti fino ad aprile, ci sono state continue divergenze tra i sindacati in merito alle modalità della trattativa e ai contenuti della piattaforma. La collaborazione con alcune Segreterie ci ha permesso di superare l’empasse, è stato un passo fondamentale. Circa dieci giorni fa (14 luglio, ndr) abbiamo finalmente sottoscritto il Pdr e ho personalmente ringraziato i sinidacati per il raggiungimento di questo traguardo condiviso. Ha vinto l’azienda, hanno vinto i dipendenti, ma soprattutto ha vinto il buonsenso in questa situazione: in questo accordo, infatti, si tiene conto della sostenibilità economica e del momento attuale”.

La situazione dell'azienda non è da crisi nera, ma il Covid-19 ha lasciato il proprio segno: “Il bilancio 2020 si è chiuso «con lacrime e sangue, con due milioni in meno di fatturato e in passivo. Il senso di maturità del sindacato nell’ultima fase della trattativa ha permesso l’istituzione del Premio di Risultato senza un’ora di sciopero. L’esperienza del direttore Cappello è stata fondamentale per gestire i vari tecnicismi”.

“In controtendenza”

“Siamo andati in controtendenza rispetto al resto dell’Italia con un accordo di secondo livello, ragionando finalmente sugli obiettivi e non sui premi a pioggia - ha aggiunto il direttore Salvatore Cappello -. L’epoca attuale impone la sofferenza a tutti, l’ha ben spiegato “Il Sole 24 Ore” lo scorso 5 luglio”.

Il Pdr “non è obbligatorio e dev’essere supportato da delle performance aggiuntive rispetto alle 39 ore del contratto nazionale di lavoro. C’erano le condizioni per chiudere a una quota complessiva di 1.500 euro. La piattaforma è composta da varie voci legate a presenze, malattie, contribuzione al miglioramento del risultato di bilancio… Esempio: se l’attività di noleggio funziona, il dipendente arriva a far scattare la quota prevista dell’accordo; chi dà di più, prende di più oltre alle quattordici mensilità previste. Il settore mi sembra ampiamente tutelato”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Linee Lecco, nuovo patto per il Premio di Risultato: ai dipendenti fino a 1.500 euro

LeccoToday è in caricamento