rotate-mobile
Sabato, 26 Novembre 2022
l'anniversario

Il Lions Club Lecco Host compie 67 anni al servizio della comunità

Solo negli ultimi tre anni il sodalizio ha devoluto 10mila euro per l'Ucraina, sostenuto studenti e parrocchie, supportato enti che si occupano di persone fragili e con disabilità

Venerdì 7 ottobre la serata per celebrare i 67 anni di vita del Lions Club Lecco Host è stata l'occasione per la presidente Chiara Boniotti di  fare il punto sui "services" realizzati negli ultimi anni e anticipare i prossimi in fase di realizzazione.

Boniotti ha voluto rendere omaggio al club ricordando i valori dei Lions e le numerose attività di beneficenza, realizzate in autonomia o con il supporto della fondazione Lcif (Lions Club International Foundation).

Il Lions Club Lecco Host è stato costituito il 16 marzo 1955. La presidente ha sottolineato che "il nostro è uno dei Club più longevi d'Italia, costituito da 27 soci lecchesi il 16 marzo 1955. Nel distretto di appartenenza (IB1), che raggruppa ben 92 Club, il Lecco Host si posiziona all'8° posto per donazioni effettuate negli ultimi 5 anni".

Con lo spirito espresso nel motto dei "We serve" i Clubs Lions come il Lecco Host sono attivi sia a livello locale sia mondiale, direttamente o tramite la Fondazione Lcif su 5 aree di intervento: salute, ambiente, scuola, giovani e sport, comunità.

Gli obiettivi raggiunti

La presidente ha ricordato i principali obiettivi raggiunti; negli ultimi 3 anni il Club ha:

  • raccolto e raccoglie fondi per emergenze legate a calamità naturali, alluvioni e guerre; per l'Ucraina ha devoluto 10mila euro;
  • aiutato e aiuta i non vedenti, tramite il service dei Cani Guida, del Libro Parlato e la campagna Sight First; 
  • sostenuto e sostiene i ragazzi e i giovani attraverso le Borse di Studio per studenti universitari, il progetto "Fatti per Imparare", il progetto "Prestito d'Onore" e partecipando al service nazionale "Prevenzione Abuso Minori";
  • effettuato elargizioni in favore della Parrocchia di Lecco per il servizio mensa dei poveri, per il rifugio notturno per i senzatetto e, di recente, per il recupero del Cinema Aquilone e in favore dell'Ospedale di Lecco per l'acquisto di apparecchiature e, in periodo Covid, di un ecografo del valore di 12.800 euro;
  • supportato e supporta realtà associative ed enti locali che si occupano di anziani, persone fragili e diversamente abili, quali l'Asfat, Oltretutto 97, la Cooperativa Insieme, la Casa di Stefano, l'Istituto Don Guanella, l'Airoldi e Muzzi.

Matia Consonni, socio del Club e presidente dell'Asfat ha spiegato come l'associazione sia nata proprio su iniziativa di 7 soci del Lions con l'obiettivo di sostenere ragazzi e famiglie di ragazzi con problemi di dipendenza.

Altra associazione sostenuta dal Lions è Oltretutto 97, il cui obiettivo è poter offrire, attraverso lo sport, esperienze di integrazione, uguaglianza e inclusione sociale a tutte le persone con disabilità intellettive, relazionali e fisiche.

La presidente, Chiara Boniotti, ha chiuso la serata evidenziando come in realtà i progetti illustrati siano solo alcuni dei numerosi services portati avanti dal club e ringraziando i soci per il lavoro e l'impegno dedicato e che continueranno a dedicare per gli impegni futuri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Lions Club Lecco Host compie 67 anni al servizio della comunità

LeccoToday è in caricamento