menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Raduno di auto d'epoca a Mandello in occasione del Giro dei Laghi Comaschi

I partecipanti all'iniziativa hanno anche visitato il Museo della Moto Guzzi

Mandello del Lario stende il red-carpet alle 24 vetture d'epoca di vari marchi che nella mattinata di oggi, sabato 21 settembre, si sono date appuntamento nel contesto del IX Giro dei Laghi Comaschi.

L'Associazione Auto storiche di Rovellasca è il sodalizio che raggruppa questi appassionati. «Si tratta di un Gruppo di amici che nel 1999, trascinati dall'entusiasmo e dalla competenza di Giancarlo Cattaneo si sono uniti con l'obiettivo di dare vita ad una associazione capace di divulgare, anche nel nostro territorio, l'interesse per il mondo delle auto storiche: testimonianza, cultura e storia» - fanno sapere i portavoce del sodalizio e i partecipanti al raduno.  

Tutti pazzi per le Guzzi, folla la Motoraduno internazionale

Lucide e sfavillanti a dispetto degli anni di appartenenza e chilometraggio percorso, queste “nonne” della storia delle quattro ruote si sono concesse ai fotografi come delle vere star. Alle 11 l'arrivo a Mandello, il pranzo delle 12 presso la sede degli Alpini gentilmente concessa, poi l'immancabile e sempre gradita visita al Museo Moto Guzzi.

Nel pomeriggio il rientro a Rovellasca con la cena serale e le premiazioni. A patrocinare l'evento i Comuni di Mandello del Lario, Rovellasca e l'Automobile Club di Como. (Si ringrazia Alberto Bottani per foto e collaborazione).

Mandello, grosso albero crolla sulla strada

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento