rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Notizie Alto e Basso Lago / Piazzale Leonardo da Vinci, 6

Concerto per l'Ucraina, quattro comuni insieme tra musica e solidarietà

Al teatro De André sono stati raccolti fondi a favore della popolazione martoriata dalla guerra. L'iniziativa è stata sostenuta da Mandello, Abbadia, Lierna e Olginate

"Le voci e le note di un pianoforte contro la guerra e per lanciare un ideale messaggio di pace e solidarietà all'Ucraina invasa dalla Russia". È stato aperto con queste parole il Concerto di beneficenza con raccolta fondi in favore del popolo ucraino martoriato dalla guerra, andato in scena al teatro De André di Mandello.

Quattro i comuni che si sono coalizzati per l'evento di sabato 19 marzo: Mandello appunto, Lierna, Abbadia Lariana e Olginate. Musica e canzoni hanno veicolato il messaggio di solidarietà. Sul pianoforte le mani di Natalia Nagorna, ad aprire il pomeriggio musicale con Meditation del francese Massenet.

Musica 1-2

Anche giovani allievi sul palco del De Andrè

Poi il turno dei suoi giovani allievi, Matilde Passoni, Elena Lattuada, Alessandro Gaddi, Massimiliano Lopez. E' la musica a fare da argine ad una guerra assurda, attraverso i suoi versi e le sue parole veicolata dalla potente carica espressiva di Iirina Kozar, ucraina accompagnata al pianoforte da Valentina Nagorna, madre di Natalia.

Musica 2-2-3

A scaldare ulteriormente un  pubblico già conquistato dalle esibizioni in scaletta, la voce tenorile del coreano Im Suntae, che nonostante le sue origini, regala al pubblico un repertorio di pezzi in lingua italiana, da “Tu che mi hai preso il cuor” tratto dall'operetta il Paese dei campanelli di Franz Lehar, fino all'apoteosi della chiusura concerto con “O sole mio” la canzone simbolo di Napoli e dell'Italia in tutto il mondo.

(Si ringrazia Alberto Bottani per la collaborazione)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concerto per l'Ucraina, quattro comuni insieme tra musica e solidarietà

LeccoToday è in caricamento