menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mandello, consegnata la Costituzione a 97 neodiciottenni

Cerimonia in municipio alla presenza del sindaco Fasoli: «Un momento importante per voi e per l'interà comunità»

«Un momento importante per voi, ma anche per l'intera comunità. Oggi siete chiamati a fare la vostra parte». Queste le parole pronunciate dal sindaco di Mandello Riccardo Fasoli lunedi sera nella sala del Consiglio comunale, e rivolte ai neo diciottenni. Sono stati 51 ragazze e 46 maschi i neoadulti che hanno ricevuto dalle mani del primo cittadino una copia della Costituzione Italiana.

Mandello: presto nuovo sacerdote, la scelta di Giovanni

Sullo schermo lo scorrere del video con il discorso pronunciato da Piero Calamandrei nel salone degli affreschi della società Umanitaria il 26 gennaio 1955, dove venne detto il celebre e significativo messaggio: “Quanto sangue e quanto dolore per arrivare a questa Costituzione. Se volete andare in pellegrinaggio nel luogo dove è nata, andate sulle montagne dove caddero i partigiani, nelle carceri dove furono imprigionati, nei campi dove furono impiccati".

Due mandellesi reduci di guerra premiati con la Medaglia alla Festa della Repubblica

E non casualmente il sindaco Fasoli ha quindi citato il concittadino Michele Zucchi, insignito il 2 Giugno della onorificenza del Prefetto di Lecco per conto del Capo dello Stato, in qualità di reduce di guerra che ha sofferto e lottato per la libertà e la prosperità dell'Italia: «A diciannove anni fu imprigionato per sette volte». Parole che i neo diciottenni sapranno fare certamente tesoro, quale faro nel percorso morale e civile che andranno a intraprendere. (Si ringrazia Alberto Bottani per le foto e la cronaca)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento