rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Notizie Mandello del Lario / Piazza Leonardo da Vinci, 6

Mandello: parrocchia e associazioni pronte a coinvolgere i profughi ucraini

Sale a 40, tra adulti e bambini, il numero di persone ospitate in paese. L'assessore Zucchi: "Verranno coinvolte in attività pre e dopo scuola, in sport, musica e montagna". Riprende la raccolta di farmaci

La solidarietà è di casa a Mandello. Sono saliti a 40 i profughi ucraini ospitati in paese, dei quali almeno 11 in età scolare (6-16 anni) e 4 della scuola d'infanzia.

"Hanno raggiunto Mandello grazie a collegamento parentale o per conoscenza diretta. Alcuni per i contatti mantenuti con i 'ragazzi di Chernobyl' ospitati a Mandello negli anni passati - spiega l'assessore ai Servizi sociali Guido Zucchi - Tutte le famiglie sono regolarmente registrate e hanno ricevuto il permesso di soggiorno con validità annuale. Oppure sono in corso di registrazione (gli ultimi 4 arrivi sono di questa mattina, ndr). Tutte sono correttamente allineate alle esigenze delle normative italiane anti-covid, con ciclo vaccinale concluso piuttosto che con il percorso delle vaccinazioni iniziato in Italia, anche per i figli minori per i quali in Ucraina non è prevista vaccinazione".

Sono iniziati da qualche giorno anche gli inserimenti nelle scuole. I tempi di frequenza, cioè la durata giornaliera di inserimento e di presenza in classe per le scuole d'infanzia, e alle lezioni nel caso della scuola primaria e secondaria, sono personalizzati in funzione della sensibilità della situazione anche psicologica dei giovani.

Punto di aggregazione al Sacro Cuore

Le iniziative di integrazione dopo l'accoglienza non si esauriscono: "È in fase di allestimento - informa Zucchi - un luogo di aggregazione presso la Parrocchia del Sacro Cuore dove da settimana prossima verranno programmate attività di pre o dopo scuola, attività ludiche e didattiche, anche per adulti". Per i giovani è prevista una serie di opportunità gratuite: "Tutte le associazioni sportive mandellesi sono pronte ad accogliere adesioni in qualsiasi settore; le nostre due scuole di musica, la Comunale Prs e la San Lorenzo, a breve inizieranno con l'inserimento di due ragazzini; la Scuola elementare di comportamento in montagna del Cai sezione Grigne è pronta a far conoscere le montagne ai ragazzi che vengono dalle sterminate pianure ucraine; l'oratorio parrocchiale è pronto alla partecipazione dei giovani".

A breve verrà anche ripresa la raccolta mirata di aiuti da inviare in Ucraina, iniziando dai prodotti farmaceutici. "Grazie alla collaborazione di tutti un carico di coperte e medicinali da Mandello è arrivato a destinazione la settimana scorsa - informa l'assessore - Abbiamo consegnato al centro di raccolta di Lecco un primo carico di alimenti e generi primari raccolti con la campagna attivata allo scopo. 
Tra qualche giorno partirà da Mandello un camion con destinazione una cittadina in Ucraina a 100 chilometri da Leopoli con la quale abbiamo instaurato un contatto diretto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mandello: parrocchia e associazioni pronte a coinvolgere i profughi ucraini

LeccoToday è in caricamento