rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Notizie Mandello del Lario

Musicante con i Firlinfeu, lavoratore Guzzi e pugile: il commosso addio a nonno Guti

In tanti ai funerali di Gottardo Targa celebrati ieri a Mandello

"Sempre pronti a dar la mano da vicino e da lontano…" Le parole della canzone “Amici miei” intonata sul sagrato della chiesa del Sacro Cuore dai Firlinfeu Allegra Brigata a salutare Gottardo Targa, compagno di tante esibizione canore, nel gruppo folk, scomparso all’età di 91 anni. Il sacro edificio di Mandello dove monsignor Giuliano Zanotta ha celebrato il rito funebre, ha visto la presenza di quelle tante persone che in vari ambiti hanno conosciuto e apprezzato le doti umane del collega di lavoro alla Moto Guzzi, dell’allenatore di pugilato e in ambito famigliare del padre, del marito, del nonno esemplare, a compendio di una lunga vita vissuta nell’ambito sociale e domestico.

I commossi ricordi

E dalla famiglia, dai nipoti, alcune delle parole di ricordo più belle... "Ciao nonno. È da quando ero in macchina per venire a darti un ultimo saluto che mi passano davanti tutti i momenti vissuti insieme. Immagino che molti presenti oggi ti abbiano conosciuto come il pugile, altri come operaio alla Guzzi. Io no. Infatti ho avuto il privilegio di conoscerti come nonno. Nonno Guti. Un nonno che non parlava molto, ma le cui frasi erano colme di saggezza. Per questo sei sempre stato un esempio non solo per me, ma per tutti quelli che hai incontrato nella tua vita". 

Ricordo Gottardo-2

Cosi il saluto di Filippo, seguito da quello della sorella Beatrice “Ciao nonno. L’altro ieri ti sei arreso anche tu al destino, tu che sembravi indistruttibile, tu che per noi eri una roccia, tu che nonostante la tua dura tempra, in fondo avevi un cuore dedicato ad ogni parte di noi cari. Persona sempre presente per i tuoi nipoti, che insieme alla nonna esultavi per ogni nostro traguardo. Tu che eri sempre disponibile per tutti noi, che hai dato la tua vita intera alla persona che amavi, rendendola felice e fiera di aver sposato un uomo come te. Con la “U” maiuscola. Buon viaggio nonno Guti. La tua Briscolina".

Diploma-2

Gottardo, attraverso la sua passione pugilistica aveva allenato con Firmino De Marcellis nomi di spicco nel panorama della boxe locale che annoverano vittorie di titoli italiani su quel quadrato a cui Targa aveva dedicato e trasmesso competenza e professionalità. Ai funerali celebrati ieri pomeriggio, sabato 5 marzo alle 15, in tanti si sono stretti al dolore dei famigliari: la moglie Maria, i figli Ivan e Lucia con Simona e Marco. E poi ancora i nipoti, Beatrice e Filippo dai cui saluti è trasparso il forte legame con nonno Guti. Ora da Lassù a ricantare quelle strofe condivise con i suoi Firlinfeu: "Quando ritorna la malinconia questa canzone canta insieme a noi".

(Si ringrazia Alberto Bottani per la collaborazione)
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Musicante con i Firlinfeu, lavoratore Guzzi e pugile: il commosso addio a nonno Guti

LeccoToday è in caricamento