rotate-mobile
Notizie Mandello del Lario

Mathias e Gechi celebrano l'Aquila con il Guzzino vintage

Continua l'amicizia tra i fan tedeschi della Guzzi e Mandello: la riproduzione originale del Guzzino dei record, appartenuta al compianto presidente del Falcone Club Germany, è stata donata all'officina museo di Trincavelli

"Il contatto con i nostri amici italiani della Guzzi e lo scambio regolare con loro sono molto importanti per noi e sono diventati parte essenziale del Falcone Club". Questa la traduzione dal tedesco apparsa sulla rivista del sodalizio motociclistico che in un suo numero dedica la copertina al murales di Gechi Trincavelli conservato sul muro a lato dell'Antica officina di Giorgio Ripamonti in via Cavour a Mandello del Lario. Ed è all'interno di questo luogo del passato dove è nata la prima Guzzi che si celebra la stretta di mano tra Matthias Auth, presidente del sodalizio tedesco e il poliedrico Gechi, pronipote del Giorgio ferèe. Un incrocio di passioni per i motori e per un marchio, quello dell'Aquila, che ha fatto la storia delle moto unendo in una radicata amicizia i tanti fan tedeschi e quelli italiani della Guzzi.

"Sono emozionato, felice e grato per questo gesto nei miei confronti e per la grande visibilità che questa pubblicazione e questo omaggio conferiscono all'officina dello zio di mio padre Graziano". Infatti in questo spazio - diventato una sorta di piccolo museo - da qualche giorno campeggia in bella mostra la riproduzione originale del Guzzino dei record, appartenuta a Karl Lotze, compianto presidente del Falcone Club scomparso nel 2021, che l'aveva voluta destinare a Mandello del Lario.

Guzzino-2

Con tutti i crismi della legalità, con l'atto notarile che conferma la cessione a Gechi di questo gioiello della meccanica motociclistica made in via Parodi, la creazione vintage, è ora nel suo habit naturale a disposizione di tutti gli estimatori.

Il sodalizio Falcone Club Germany, che vanta oltre 300 iscritti, era stato fondato nel 1976 a Colonia da un gruppo di amanti delle due ruote attraverso l'attuale presidente Matthias Auth, che dichiara: "Siamo orgogliosi di avere ex operai e ingegneri della Moto Guzzi nella nostra lista di iscritti e da oggi tra loro c'è anche Trincavelli eletto a socio onorario con tessera".

Guzzino 2-2

E anche il poeta dialettale mandellese Elio Cantoni, con la sua poesia “L' Om de sass", ha voluto rendere omaggio all'amicizia tra i guzzisti mandellesi e quelli tedeschi, elevando la sua ode alla memoria del “Sciur Carleto”: quel Carlo Guzzi che avviò la storia di un amore infinito per l'Aquila. In vista di settembre, quando si terranno le tre giornate del Centenario Guzzi, tutte le carte sono in regola per dare vita a un grande evento nel quale gli amici del Falcone Club saranno senza dubbio in pole position.

(Si ringrazia Alberto Bottani per la collaborazione)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mathias e Gechi celebrano l'Aquila con il Guzzino vintage

LeccoToday è in caricamento