rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Notizie Mandello del Lario

Una lunga nuotata nelle fredde acque del lago per dire no a inquinamento e climate change

Oggi a Mandello si è tenuta l'eco-nuotata di 1,5 km promossa dalle associazioni green: un'impresa sportiva per sensibilizzare l'opinione pubblica su ambiente e sostenibilità

Un tuffo e una lunga nuotata nelle gelide acque del lago per dire no all'inquinamento. È stata senza dubbio un'iniziativa originale e degna di attenzione quella andata in scena nella mattinata di oggi, sabato 8 gennaio, sulle rive di Mandello del Lario.

Bagno gruppo-2

Da qui è partita una vero e proprio "eco nuotata" organizzata da diverse associazioni ambientaliste lecchesi per sensibilizzare l'opinione pubblica contro le plastiche abbandonate nell'ambiente (in particolare in mari e laghi), il cambiamento climatico e gli sprechi, per un futuro più verde e sostenibile. 

Bagno 4-2

Ben 1.500 i metri di lago percorsi a suon di vigorose bracciate, un'impresa non per tutti, visto il clima freddo e la lunga distanza della tratta percorsa a nuoto. Protagonisti in particolare una decina di atleti di IISA Italy (squadra italiana di nuoto in acque gelide).

Bagno 2-4

A loro è andato il sostegno del pubblico presente e soprattutto dei volontari di Legambiente, WWF, coordinamento Lecchese Rifiuti Zero, Asd remiera "I Laghèè", Zero Waste Italy e altri ancora. Chiaro e green il messaggio scritto sullo striscione con il quale sono stati accolti i nuotatori all'arrivo: "Swimming in the ice against climate change for zero waste": nuotando nelle acque ghiacciate contro i cambiamenti climatici e per i rifiuti zero. L'iniziativa è giunta alla quarta edizione e ancora una volta ha colto nel segno richiamando, comprensbilmente, l'attenzione del pubblico.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una lunga nuotata nelle fredde acque del lago per dire no a inquinamento e climate change

LeccoToday è in caricamento