La Protezione civile di Mandello all'opera per la pulizia del torrente

Nuovo intervento del sodalizio all'insegna della sicurezza ambientale e della prevenzione. Rimossi arbusti e detriti dal Meria

Alcune immagini dell'intervento di questa mattina lungo il Meria.

Li abbiamo visti e apprezzati nel periodo in cui il lockdown rendeva tutto più difficile, quando si erano messi a disposizione della popolazione per evitare assembramenti o recapitare generi di prima necessità e medicinali alle persone più fragili. Parliamo degli appartenenti al nucleo mandellese della Protezione Civile coordinato dal referente Valter Mariani e presieduto dal sindaco Riccardo Fasoli. Un sodalizio che grazie all’impiego generoso di uomini e donne volontari è sempre in campo in ogni evenienza, a partire dalla tutela dell’ambiente e dalla cura del territorio.

Questa mattina, sabato 10 ottobre, un gruppetto di addetti è intervenuto nuovamente lungo un tratto del torrente Meria in località Piazza Motteno a Mandello del Lario (vedi foto sopra e sotto scattate da Alberto Bottani).  Si tratta di quel genere di interventi che a tratti e spalmato su diverse giornate, permette di mantenere pulito da arbusti, detriti e altri materiali il letto e le sponde di questo corso d'acqua che attraversa il paese.

Mandello, piantumato il melograno alla presenza degli alunni: «Simbolo di fratellanza e speranza»

Acqua che nei momenti di forti piogge trascina a valle fino alla foce a lago nella zona Lido, sassi, arbusti e tutto ciò che la forza del torrente porta con se. Ecco perciò all’opera questi volontari che non è riduttivo definire di estrema e irrinunciabile necessità. Per la cronaca tra gli addetti intervenuti stamane la presenza di Serenella Alippi, ex vicesindaco e assessore allo sport del precedente mandato del rieletto Fasoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Lombardia torna in zona rossa, cosa si può fare e cosa no

  • Castello, dopo mezzo secolo chiude lo storico negozio di alimentari di Rino e Grazia

  • Doppia tragedia sui monti che circondano il Lecchese: morti due uomini a Brumano e sul San Primo

  • Rintracciati i due minori che si erano allontanati dalle proprie case di Verderio e Paderno

  • Calolzio: scoperta società legata alla malavita, il Prefetto De Rosa la chiude

  • Cadavere nell'Adda: si tratterebbe della donna scomparsa due giorni fa

Torna su
LeccoToday è in caricamento