rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021

Mandello, aperto il punto vaccinale: un'arma in più nella battaglia contro il Covid-19

In una settimana verrà completata la campagna per gli over 80, in tutto 1.400 nel territorio fra Abbadia e Lierna. Il dottor Magri: «La vicinanza e la conoscenza dei medici infondono tranquillità ai cittadini»

Ha preso il via questa mattina, venerdì 12 marzo, la campagna di vaccinazione anti-Covid nel punto territoriale di Mandello, che comprende anche i comuni di Abbadia Lariana e Lierna. Si comincia, o meglio si prosegue in continuità con la campagna di Ats Brianza, dagli over 80, per poi proseguire (con date e indicazioni ancora da specificare) con le altre fasce di età. In tutto, nei tre paesi, gli anziani aventi diritto sono circa 1.400 (983 a Mandello, 267 ad Abbadia e 160 a Lierna). Questa fase dovrebbe esaurirsi sabato 20 marzo.

Apertura punto vaccinale anti-Covid a Mandello

Mandello è il secondo punto territoriale aperto nella nostra provincia dopo Introbio; nei prossimi giorni seguiranno anche Valmadrera e Bellano. Al centro vaccinale di Pra' Magno sono attivi circa dieci medici che turnano; alcuni medici in pensione hanno offerto la propria disponibilità su base volontaria; quotidianamente sono inoltre presenti almeno sei persone tra amministrativi e infermieri. Gli orari di apertura sono 8-12 e 14-18.

Il dottor Marco Magri, responsabile della cooperativa che raduna i medici della provincia di Lecco impegnati nel centro vaccinale di Mandello, ha parlato così dell'apertura. «È un punto di partenza che speriamo di replicare come modello nelle prossime settimane in altri punti della provincia. Speriamo di poter dare un contributo importante come medici di famiglia. Vacciniamo vicino a casa dei cittadini e quindi la vicinanza, con la conoscenza dei medici, sa infondere tranquillità. Anche la capillarità è importante perché non possiamo pensare che tutta la popolazione possa farsi vaccinare in ospedale. Vogliamo arrivare a vaccinare un'ampia fetta di cittadinanza nel più breve tempo possibile».

La parola ai sindaci

«Devo ringraziare la Polisportiva, i nostri medici, la cooperativa che li gestisce, i nostri Servizi sociali, gli Alpini, la Protezione civile che hanno predisposto la struttura - ha spiegato il sindaco di Mandello, Riccardo Fasoli - Forse un po' in ritardo ma per fortuna siamo partiti, vedremo nelle prossime settimane per le altre fasce di età e speriamo di fare in fretta. Al momento a Mandello non abbiamo ancora sentito la terza ondata, il numero di positivi resta sempre intorno ai 60. La chiusura delle scuole ha aiutato, perché avevamo molte classi in quarantena. L'intervento ha sicuramente dato fastidio alle famiglie, ma è servito a limitare l'impatto dell'epidemia».

«Un passo molto importante - ha commentato il sindaco di Abbadia Roberto Azzoni - soprattutto dal punto di vista morale, perché nel pieno del peggioramento della situazione sanitaria vedere una luce in fondo al tunnel come quella di oggi è importante, per noi amministratori, per gli anziani e per tutti quelli che stanno vivendo questo momento».

Il sindaco di Lierna, Silvano Stefanoni, ha parlato di «grande sinergia fra i tre Comuni, penso che un numero congruo di cittadini abbia già dato la propria disponibilità. La vicinanza è assolutamente indispesabile, infatti quando Mandello ha paventato questa possibilità abbiamo subito accettato».

Video popolari

Mandello, aperto il punto vaccinale: un'arma in più nella battaglia contro il Covid-19

LeccoToday è in caricamento