rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Notizie Valmadrera / Via A. Manzoni

Monumento ai Caduti di Valmadrera: per il restauro servono i privati

C'è già una proposta degli Alpini, ma si guarda anche ad altre possibilità

Il Comune di Valmadrera punta al restauro del monumento ai Caduti di via Manzoni. Attraverso la delibera di Giunta dello scorso 21 settembre, l'Amministrazione “ha voluto dare indirizzo agli uffici affinché si proceda alla pubblicazione di un avviso finalizzato ad acquisire eventuali manifestazione di interesse all'esecuzione di opere di restauro conservativo” dell'opera, realizzata sull'area che fu donata originariamente dalla Famiglia Gavazzi, “importante riferimento degli industriali e serici locali, per collocare il monumento inaugurato su progetto dell'architetto Pier Giulio Magistretti, a ricordo del sacrificio dei Figli caduti in nome della Madre Patria”.

La proposta degli Alpini

In particolare, il Comune ha acquisito “una proposta avanzata a cura del Gruppo Alpini di Valmadrera - Sezione di Lecco, la quale prevede l'esecuzione di lavori aventi natura conservativa, da eseguirsi sulle parti metalliche in bronzo e sugli elementi lapidei, oltre che finalizzati ad una pulizia dell'area immediatamente adiacente per il miglior decoro della medesima, stante la presenza del monumento di grande valore simbolico per la collettività”. Gli interventi proposti, trattandosi di bene culturale soggetto a vincolo della Soprintendenza, in quanto rientrante tra gli immobili tutelati dal decreto legislativo 42/2004, “deve evidentemente svolgersi nel rispetto della normativa vigente in materia”.

Come previsto dall'articolo 189 del decreto legislativo 50/2016, per la realizzazione di interventi di interesse locale, “soggetti privati e gruppi di cittadini organizzati possono formulare all'ente locale territoriale competente proposte operative di pronta realizzabilità nell'aspetto degli strumenti urbanistici vigenti, senza oneri per l'ente medesimo. L'ente locale può quindi provvedere sulla proposta, con il coinvolgimento, se necessario, di eventuali soggetti, enti ed uffici interessati, fornendo prescrizioni ed assistenza nel merito”.

Bando aperto

L'Amministrazione comunale ha valutato la proposta come “meritevole di interesse e confacente ai più generali principi di sussidiarietà orizzontale, nella misura in cui tale intervento proposto si svolge nell'ambito del possibile rapporto tra autorità e libertà di iniziativa, basandosi sul presupposto secondo cui alla cura dei bisogni collettivi e alle attività di interesse generale possono provvedere direttamente i privati cittadini e i pubblici poteri intervengono in funzione sussidiaria di programmazione, di coordinamento ed eventuale gestione, ha pertanto stabilito di provvedere, al fine di rendere nota l'iniziativa intrapresa di e di non escludere comunque aprioristicamente eventuali iniziative analoghe sul medesimo bene, proposte da altri soggetti, procedendo quindi alla pubblicazione di tale avviso sul sito del Comune, per 30 giorni, a scadenza del quale l'Amministrazione stessa potrà provvedere alla valutazione delle eventuali proposte alternative acquisite, nonché al conseguente perfezionamento di una convenzione con il soggetto affidatario, finalizzata a disciplinarne i rapporti reciproci in relazione alla realizzazione delle opere di restauro conservativo previste”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monumento ai Caduti di Valmadrera: per il restauro servono i privati

LeccoToday è in caricamento