rotate-mobile
Sabato, 26 Novembre 2022
Notizie

I sindaci del Lago di Como alla mostra che racconta le radici lombarde

Amministratori locali alla scoperta della mostra "Le radici della nostra identità" che racconta i territori della regione attraverso le fotografie di Amedeo Vergani. Presente anche Antonio Rusconi

I sindaci lombardi alla mostra di Amedeo Vergani. Martedì 27 settembre alle ore 12.30 la mostra fotografica "Le radici della nostra identità" allestita presso lo Spazio espositivo di Palazzo Pirelli sarà presentata ad alcuni amministratori locali lombardi. Presente anche il sindaco di Bellano Antonio Rusconi.

Sono stati coinvolti i primi cittadini dei territori che Amedeo Vergani ha raccontato con la sua macchina fotografica. Nelle opere in mostra (62) il fotografo erbese ha interpretato il territorio lombardo e le sue trasformazioni dagli anni Settanta agli anni Ottanta. Gesti e situazioni che raccontano l'identità di intere comunità come l'agnello alzato al cielo durante la festa di Sant'Antonio a Vercana sulle sponde del Lago di Como, o il braccio di un'infaticabile lavoratrice della coltivazione del riso in un cascinale a Cergnago, nel Pavese.

Gli amministratori che hanno aderito

Al momento hanno già confermato la loro presenza: Antonio Rusconi (Sindaco di Bellano), Danilo Bianchi (sindaco di Magreglio), Ferruccio Rigola (Sindaco di Schignano), Mauro Caprani (Sindaco di Erba), Marisa Cesana (Sindaco di Monguzzo), Francesco Vincenzi (Sindaco di Inverigo), Francesca Valsecchi (Consigliere comunale di Albavilla), Mario Colombo (Assessore di Alta Valle Intelvi), Luca Santambrogio (Sindaco di Meda) e Elena Buscemi (Presidente del Consiglio comunale di Milano)

Dopo i saluti del Presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi, gli amministratori locali potranno assistere a una "visita guidata" a cura della travel writer Laura Magni e di Pierluigi Pagliardi componente del Direttivo del Circo Fotografico di Inverigo che ha promosso la mostra.

Tradizioni lombarde, riti e devozione

Il percorso espositivo è suddiviso in due sezioni. Nella prima gli scatti di Amedeo Vergani raccontano le tradizioni lombarde nel campo dell'agricoltura, dell'allevamento, della pesca, dell'artigianato e dell'industria: dalla raccolta del riso nel pavese all'apicultura in provincia di Cremona, dalla produzione di coltelli e forbici a Premana ai liutai di Cremona, dalla lavorazione del pizzo a tombolo in Brianza alla produzione di pipe a Cantù. La seconda sezione è dedicata ai riti e alle feste tradizionali come, ad esempio, la festa della Madonna del Bosco a Imbersago, la Sagra di San Giovanni sull'Isola Comacina, il Carnevale di Schignano, la "Giubiana" in Brianza, la festa della "Candelora" a Ravellino, la "Pesa Vegia" di Bellano, la festa della Madonna Nera di Lanzo d'Intelvi e tante altre.

La mostra potrà essere visitata fino a venerdì 30 settembre nei seguenti orari: da lunedì a giovedì dalle 9.30 alle 13.30 (ultimo ingresso ore 12.30) e dalle 14.30 alle 17.30 (ultimo ingresso 16.30); venerdì dalle 9.30 alle 13.30 (ultimo ingresso ore 12.30).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I sindaci del Lago di Como alla mostra che racconta le radici lombarde

LeccoToday è in caricamento