menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Varenna gli esercenti non pagheranno l'occupazione del suolo pubblico

La giunta Manzoni orientata a esonerare bar e ristoranti. «L'obiettivo è favorire la ripresa delle attività economiche penalizzate dalla pandemia»

A Varenna si sceglie l'esenzione dal canone di occupazione del suolo pubblico a favore degli esercenti. Lo ha deciso la giunta comunale del sindaco Mauro Manzoni per l'anno 2021, orientata a esonerare bar e ristoranti dal versare la quota prevista. 

Sarà inoltre consentita - ove le condizioni lo renderanno possibile e nel rispetto delle norme comunali (in particolare quelle previste dal "Regolamento del canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria" recentemente approvato dal Consiglio Comunale) - l'estensione delle occupazioni già concesse, «al fine di favorire la ripresa delle attività economiche sospese per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da Covid-19, vista anche la riduzione degli spazi utilizzati per rispettare le norme sul distanziamento sociale» spiega il primo cittadino.

«Lo faremo con nostre risorse»

«Nonostante l'incertezza dell'attuale quadro normativo statale, che non ha ancora determinato la percentuale dei ristori per le Amministrazioni locali che intendano sostenere gli operatori del settore mediante riduzioni e/o esclusioni del canone patrimoniale, l'Amministrazione Comunale di Varenna intende procedere con risorse proprie, dando un segnale immediato e concreto alle categorie così duramente colpite dalla crisi a più di un anno dall'inizio della pandemia».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento