menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Mattarella ha premiato Popia, per molti anni residente a Olginate e anima dell'Aido

Il papà della compianta Rosella è stato nominato Commendatore al Merito della Repubblica Italiana "Per la sua dedizione e l'impegno nella promozione della cultura del dono degli organi"

Anche il Comune di Olginate ha espresso soddisfazione per il riconoscimento concesso dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella a Fabiano Popia, persona a lungo residente in paese e impegnata nella promozione della cultura della donazione al fianco dell'Aido. Nato in provincia di Matera 77 anni fa, Fabiano Popia è infatti tra le 36 persone che hanno ricevuto onorificenze al Merito della Repubblica Italiana per essersi distinte per atti di eroismo, per l'impegno nella solidarietà, nel volontariato, per attività in favore dell'inclusione sociale, nella cooperazione internazionale, nella promozione della cultura, della legalità e del diritto alla salute.

La notizia è stata diffusa oggi anche dall'Agenzia  di stampa Adnkronos con queste parole: "Fabiano Popia viene nominato Commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana per la sua dedizione e il suo quotidiano impegno nella promozione della cultura del dono degli organi".

La figlia Rosella morì in un incidente: con il suo trapianto multiorgano salvò ben 7 persone

Nato in Basilicata, Popia si era trasferito per lavoro prima in Germania e poi a Olginate, in provincia di Lecco. Nel 1995 perse purtroppo la figlia Rosella, vittima di un tragico incidente stradale a Valsinni, dove stava trascorrendo le vacanze estive. Fabiano e la moglie Elvira, nel rispetto delle sue volontà, decisero di donare gli organi, facendo di Rosella il primo donatore multiorgano della Regione Basilicata: salvò ben 7 persone.

Questa esperienza spinse il signor Fabiano a non fermarsi al dolore: decise di impegnarsi come volontario per divulgare il messaggio della donazione e del trapianto organi. Tornato definitivamente a Valsinni, nel 1996, Popia ha poi fondato il primo gruppo comunale Aido della Basilicata, dedicato alla figlia e nel 2000 è diventato Presidente della sezione provinciale Aido di Matera.

L'Aido dona un monitor ai Comuni di Olginate e Valgreghentino e promuove il valore del dono anche online

Da quel 1996 Fabiano svolge un intenso lavoro di informazione e sensibilizzazione presso la popolazione lucana e grazie alla sua instancabile costanza sono poi nati, in vari Comuni della Basilicata, nuovi gruppi Aido. "L'opera instancabile di Fabiano nel ricordo della figlia Rosella vuole essere un messaggio di speranza e incoraggiamento alla vita" - si legge inoltre nelle motivazioni del Quirinale, riprese dall'Adnkronos.

Popia ha pubblicato anche un libro dal titolo "Il dono degli organi in Basilicata" in cui ha raccolto testimonianze di autorità locali, esponenti di ospedali, di personalità ecclesiastiche e di amici, in ricordo di Rosella e del suo grande ed infinito dono della vita.

L'Amministrazione di Olginate: «Congratulazioni per il prestigioso riconoscimento»

«Condividiamo con tutta la cittadinanza il prestigioso riconoscimento assegnato dal Presidente della Repubblica Mattarella al signor Fabiano Popia, per molti anni residente nel Comune di Olginate - ha commentato l'Amministrazione guidata dal sindaco Marco Passoni - Esprimiamo le più sincere congratulazioni anche a nome della comunità».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Verso il nuovo Dpcm del governo Draghi: ecco cosa cambierà

Attualità

Quando farò il vaccino? Il sito che calcola quanto dovrai aspettare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento