Dall'India all'Etiopia, dalla Georgia al Marocco: il giro del mondo nella mostra fotografica di Pensotti

Fino al 6 ottobre si potrà visitare l'esposizione allestita a Olginate con alcune delle immagini più belle scattate dal vincitore del premio "Travel Photographer of the Year" 2018

Stefano Barbuto, responsabile della biblioteca di Olginate, il fotografo Stefano Pensotti e il sindaco di Olginate Marco Passoni.

Ci sarà tempo fino a domenica 6 ottobre per apprezzare le foto scattate da Stefano Pensotti ed esposte a Villa Sirtori di Olginate. La mostra è stata promossa dall’Amministrazione comunale per far conoscere l’arte dell’immagine di Pensotti - olginatese originario della Valsassina - vincitore assoluto nel 2018 del Tpoty, Travel Photographer of the Year. Si tratta di una selezione di 45 immagini a colori inedite, scelte tra le migliaia scattate da Pensotti duranti i suoi viaggi in oltre 50 Paesi del mondo. “Con un certo sguardo” - è il titolo dell’esposizione. Prima dell’inaugurazione di sabato scorso si è tenuta un’interssante serata di presentazione in municipio.

L'autore: «La fotografia è tutta una questione di tempo, tanto tempo per vivere qualcosa e saperlo comunicare»

«Oggi il mestiere di fotografo è più difficile rispetto a qualche anno fa, vista anche l’evoluzione della tecnologia e la presenza dei social dove scorrono immagini di ogni tipo e in grande quantità - ha commentato Pensotti, autore di una serie di reportage per i principali magazine italiani e di 12 volumi fotografici pubblicati in Italia, Libia, Francia ed Inghilterra - Quello che ho capito della fotografia è che è tutta una questione di tempo, tanto tempo per vivere qualcosa di intenso da raccontare agli altri, per raggiungere una comprensione più profonda e complessa del mondo intorno a te. Per dare il valore aggiunto servono studio, professionalità e ricerca, oltre a un tocco di fortuna nel cogliere il momento giusto da immortalare».

Dall’Etiopia ai più diversi e suggestivi luoghi dell’India, dalla Georgia al Marocco passando per altri Stati dell’Africa e dell’Europa, Pensotti ha sempre puntato il suo obiettivo verso volti, persone e luoghi particolari: meno paesaggi e più storie. «Altrettanto tempo occorre poi per sviluppare una propria voce "fotografica" - ha aggiunto l'olginatese - Fotogiornalismo, moda, ritrattistica, nudo, macro e micro fotografia; ho sperimentato i molti generi della fotografia, per scoprire quale fosse la “mia fotografia”. Alla fine la fotografia diviene l’espressione esatta del tuo "essere" in un dato momento, un linguaggio con cui dare voce ai tuoi pensieri e alle tue opinioni sul mondo intorno a te».

Pensotti foto manifesto.PS-3

Il sindaco Passoni: «Immagini molto suggestive, imperdibili per chi ama i viaggi e la scoperta di nuovi luoghi»

«Le foto di Pensotti sono molto espressive e suggestive, da appassionato di viaggi mi hanno subito colpito - commenta il sindaco Marco Passoni -  Visti anche gli importanti riconoscimenti da lui ottenuti, ci è sembrato importante far conoscere al pubblico una volta di più questo nostro concittadino e il suo lavoro di qualità. Da qui la scelta di allestire la mostra a villa Sirtori».

Sulla stessa lunghezza Stefano Barbuto, responsabile della biblioteca di Olginate: «Tra tante splendide foto per l'autore non è stato facile scegliere quelle da esporre, e per noi ancora più complicato individuare quella del manifesto di presentazione (qui sopra). In questa mostra Pensotti racconta la sua attività in Europa, Asia ed Africa, è un’occasione preziosa per presentare il suo approccio socio-antropologico, la conoscenza profonda e lo studio dei popoli protagonisti dei suoi reportage».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Location e orari della mostra fotografica

La mostra è tuttora aperta e proseguirà fino a domenica 6 ottobre a Villa Sirtori, in piazza Marchesi D’Adda, nei seguenti orari. Da lunedì a domenica: dalle ore 10 alle 12 e dalle 15 alle 18. Giovedì: apertura anche in serata, dalle 20.30 alle 22. L’ingresso è libero e gratuito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oggiono: incidente in via per Molteno, giovane finisce in ospedale in gravi condizioni

  • Nuovo Dpcm: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Coronavirus, il punto: oltre cento tamponi positivi, nel Lecchese superata quota quattromila. "Manzoni": tre posti liberi nei reparti

  • Postavano sui social video girati a Lecco con pistole e maceti, blitz della Polizia contro la "Baby Gang"

  • Coronavirus, il punto: oggi 96 nuovi casi nel Lecchese, oltre 35.000 tamponi in Lombardia

  • Coronavirus, il punto: numero record di positivi nel Lecchese, 198

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento